Per il nuovo direttore generale della Fiorentina, Pantaleo Corvino, c’è subito una grana da risolvere: Benalouane, difensore ex Leicester arrivato nell’ultimo giorno del mercato invernale, ha instaurato un procedimento di messa in mora della società. Il perché è presto detto: per colpa di una brutta sciatalgia, il ragazzo non ha mai giocato un minuto con la maglia viola, né si è mai allenato con il resto del gruppo a Firenze. La società dunque non ha ritenuto opportuno pagargli gli stipendi di febbraio, marzo e aprile, provocando così la dura reazione del calciatore.

In seguito al procedimento di messa in mora, Benalouane ha instaurato un procedimento al Collegio Arbitrale della Lega Nazionale Professionisti Serie A, rivolgendosi allo studio DCF Sport Legal per vedersi riconosciuti gli stipendi. Restando così le cose, la Fiorentina rischierebbe una penalizzazione di 2 punti (NOIF art. 85 e art. 10 C.G.S.) che in teoria dovrebbe scontare durante la prossima stagione. Usiamo il condizionale, perché dal quartier generale viola filtra un certo ottimismo su tutta questa vicenda: il club ha infatti già presentato una richiesta di arbitrato, chiedendo di non pagare né il prestito del giocatore (che di fatto non ha mai avuto neppure per un allenamento), né gli stipendi arretrati.

Intervenuto oggi a Radio Bruno, l’allenatore del Leicester Claudio Ranieri ha dichiarato non di non essere a conoscenza di quel che è successo al giocatore qui in Italia: «Con noi Benalouane si è sempre allenato senza problemi, non so poi cosa sia successo a Firenze. Da me non giocava solo per scelta tecnica». Nel frattempo il giocatore ha nominato l’avvocato Flavia Tortorella arbitro della vicenda, legale che ha già fatto parte del collegio arbitrale nel caso Zarate, nella controversia fra l’attuale numero 7 viola e la Lazio di Lotito.

Come detto in apertura, Pantelo Corvino torna a Firenze con il ruolo di direttore generale. Da lui dipenderà il mercato della prima squadra, nonché le formazioni giovanili e lo scouting dei giocatori a più livelli. Un ritorno in grande stile, dopo 7 stagioni in viola che sembravano essersi concluse definitivamente nel 2012. Si trattava invece di un arrivederci, per tornare con una carica più forte rispetto alla precedente (prima era “semplicemente” direttore sportivo, ora si occuperà di tutto) e con un biennale appena firmato che gli darà pieni poteri sul mercato. Corvino verrà presentato ufficialmente alla stampa la prossima settimana, probabilmente lunedì o martedì prossimo, ma è già da un po’ che lavora sottotraccia per la Fiorentina. E ora ha subito una grana piuttosto importante da risolvere, in palio potrebbero esserci 2 punti di penalizzazione. Buon lavoro.