Sabato prossimo, 21 maggio, allo stadio Olimpico di Roma si disputa la finale di Coppa Italia 2015/2016 tra Juventus e Milan. Tra le fila bianconere chiede spazio Alex Sandro: “Abbiamo festeggiato abbastanza lo scudetto – dice a Sky Sport -. Ora dobbiamo concentrarci sulla finale di Coppa Italia. Stiamo lavorando molto duro per la partita contro il Milan. Se Allegri vuole, io posso giocare a destra, a sinistra oppure in mezzo al campo”. Rugani potrebbe sostituire lo squalificato Bonucci: “Dovremo essere tosti, determinati, ma anche ordinati e pazienti: nessuna fretta di spaccare la partita”.

Poi arrivano le parole di Gigi Buffon: “In una partita singola il Milan può fare risultato con chiunque – afferma – ha una rosa di grandissimo valore che noi dobbiamo rispettare. Allegri? Mi ha colpito il cambiamento che ha avuto, l’impatto è stato diverso da inizio novembre in poi: se abbiamo fatto questa rimonta è perché lui ha stravolto il suo modo di rapportarsi coi giocatori. È stato il nostro valore aggiunto. Pogba? E’ un avatar prestato al nostro campionato: uno strapotere tecnico, fisico e di personalità come lo ha lui l’ho visto in pochi giocatori in tutta la mia carriera”.

I bianconeri possono centrare la doppietta Scudetto-Coppa Italia per il secondo anno di fila: l’impresa non è mai riuscita a nessuno. Con un ko, invece, i rossoneri resterebbero per la prima volta fuori dall’Europa per tre stagioni consecutive nell’era Berlusconi.

In casa Milan è Giacomo Bonaventura ad alzare la guardia: “La Juventus è una corazzata, bisognerà fare una grande partita. Dovremo prepararla cercando di essere aggressivi. Loro hanno dimostrato di essere una delle squadre più forti non solo in Italia, ma anche in Europa. Dovremo fare del nostro meglio per cercare di vincere. Noi siamo carichi. Vogliamo vincere la partita più importante della stagione perchè durante l’anno si giocano tante sfide di livello, ma questa ti può dare la possibilità di vincere un trofeo. Va preparata per fare bene. Abbiamo fatto un campionato al di sotto delle aspettative, questa finale può darci una gioia importante. L’ultima prestazione con la Roma non è stata bella e sono uscite tante cose. Ci sono un po’ di polemiche, ma non ci deve più interessare. Abbiamo una chance troppo importante. Non serve più pensare al campionato, abbiamo a disposizione solo 90 minuti e dobbiamo cercare di farli al massimo. Vincere la Coppa Italia potrebbe dare un senso positivo ad una stagione dove, in campionato, potevamo fare di più. Il mister ha cercato di spronarci in molti modi. Siamo convinti di poter fare una bella partita. Lui vuole tirare fuori da noi il meglio, noi dobbiamo fare il massimo per mettere in difficoltà la Juve. Può succedere che la partita venga preparata meglio e approcciata con maggior aggressività. Può succedere che ci possa essere un po’ di fortuna in più e che la Juve non sia al top. Ci sono chance di vincere e dobbiamo crederci”.