Finale equilibrata, come ampiamente previsto. Ma non sono mancate le sorprese, subito. Uno a uno, palla al centro. Tanto per adeguarsi al gergo calcistico. Che la prima giornata della finale della Coppa Davis 2014 tra la Francia e la Svizzera – in programma fino a domenica allo stadio Pierre Mauroy - si potesse concludere in parità era ampiamente prevedibile. Che a vincere i rispettivi singolari fossero Stanislas Wawrinka (6-1, 3-6, 6-3, 6-2 a Jo-Wilfried Tsonga) e Gael Monfils (6-1, 6-4, 6-3 a Roger Federer, decisamente un fantasma rispetto a se stesso, causa noti guai alla schiena), invece, molto, ma molto meno. Luci della ribalta, dunque, per i numeri due di Svizzera e Francia e sfida che si fa davvero interessante, alla luce della precaria condizione di Federer, con l’alibi dell’infortunio alla schiena, e della pessima forma di Tsonga, che di scuse proprio non ne ha.

DOPPIO DECISIVO? - Sabato, alle ore 15.30, di nuovo in campo per il match di doppio tra la coppa di casa Julien Benneteau/Richard Gasquet e quella ospite Marco Chiudinelli/Michael Lammer : i rispettivi capitani, Clement e Luthi, possono però cambiare formazione fino ad un’ora prima dell’inizio dell’incontro. Domenica, dalle ore 13, gli ultimi due singolari: Tsonga-Federer e Monfils-Wawrinka. In quella che è la finale numero 102 della competizione a squadre più antica, i padroni di casa vanno a caccia del decimo trofeo mentre i rossocrociati – e più di tutti Roger Federer – puntano a conquistare la loro prima “Insalatiera d’Argento”.

PROGRAMMA, FRANCIA-SVIZZERA 1-1 (dopo la prima giornata)

venerdì alle ore 14
Stanislas Wawrinka (SUI) b. Jo-Wilfried Tsonga (FRA) 6-1, 3-6, 6-3, 6-2. - precedenti: 3-2
a seguire
Gael Monfils (FRA) b. Roger Federer (SUI) 6-1, 6-4, 6-3.

sabato alle ore 15.30
Julien Benneteau/Richard Gasquet (FRA) c. Marco Chiudinelli/Michael Lammer (SUI)

domenica alle ore 13
Jo-Wilfried Tsonga (FRA) c. Roger Federer (SUI) – precedenti: 5-11
a seguire
Gael Monfils (FRA) c. Stanislas Wawrinka (SUI) – precedenti: 2-2