Tutta Livorno si stringe intorno a Davide Nicola e alla sua famiglia. Ieri, infatti, il figlio dell’ex allenatore del Livorno – il 14enne Alessandro – è morto investito da un autobus a Vigone, in provincia di Torino, davanti a casa sua. Il ragazzo era in bicicletta, travolta dal torpedone. Alessandro, fino all’anno scorso, faceva parte della squadra del Giovanissimi del Livorno calcio. Era a Vigone con la famiglia: qui Davide tiene ogni estate un camp gratuito per i ragazzi del paese.

Nicola lo scorso 4 luglio ha rassegnato le dimissioni, non essendo riuscito a salvare la squadra dalla retrocessione in serie B. La città e la società amaranto sono però rimasti molto legati a lui. Appena saputa la tragedia, sul sito ufficiale del club è comparsa una nota: “Il Presidente Aldo Spinelli e tutta la Società A.S. Livorno Calcio, giocatori, dirigenti, allenatori, si stringono con affetto a Davide Nicola e alla sua famiglia nel dolore per la scomparsa del figlio Alessandro. A Davide giunga il più sincero e grande cordoglio da parte di tutta la famiglia amaranto e dei tifosi del Livorno”. 

Condoglianze anche da parte del presidente degli allenatori italiani, Renzo Ulivieri, che scrive: “Tutta l’Associazione italiana allenatori calcio si stringe attorno a Davide Nicola per la prematura e tragica scomparsa del figlio Alessandro. Da parte di tutti noi le più sentite condoglianze”. Non si contano poi i messaggi su facebook e twitter, sui giornali di Livorno e nei forum di calcio.