Lungi dall’essere conclusa e tanto meno archiviata, la maxi indagine da parte dell’FBI in merito agli episodi di corruzione legati alla Fifa, si avvale di una nuova scottante rivelazione proprio da parte del numero uno del massimo organismo calcistico a livello internazionale. Joseph Blatter infatti, in un’intervista al Financial Times ha dichiarato: “Se vedete la mia faccia al momento dell’annuncio dell’assegnazione dei mondiali 2022 al Qatar si nota che non sono l’uomo più felice del mondo“.

Tutto ciò semplicemente a significare che i Mondiali del 2022 avrebbero dovuto essere assegnati agli Stati Uniti e non al Qatar, come esplicitamente illustrato da Joseph Blatter nelle susseguenti parole: “C’era un patto segreto per l’assegnazione dei due mondiali consecutivi (2018 e 2022, ndr) a Russia e Stati Uniti, poi ci siamo trovati in una situazione in cui nessuno capiva perché la Coppa finiva in uno dei paesi più piccoli del mondo: c’era un accordo tra i leader FIFA perchè il Mondiale 2018 venisse assegnato alla Russia e il Mondiale 2022 agli Stati Uniti. Un accordo diplomatico saltato per l’interferenza di Sarkozy“.

Poi l’ex patron della Fifa (attualmente sanzionato con una sospensione per 90 giorni dal comitato etico della Fifa) non perde l’occasione per chiamare in causa ancora una volta l’acerrimo rivale Michel Platini: “Una settimana prima dell’Esecutivo – racconta Blatter – Platini mi confessò di non essere più con me a causa di un intervento di Sarkozy, che gli chiedeva di considerare la situazione della Francia“. Ora, naturalmente, si attende la replica di Roi Michel.