Giubilato senza troppi pianti Edinson Cavani, il Napoli sfoglia la margherita: come spendere quel budget mostruoso, sorto da un’ottima gestione aziendale e da alcune cessioni a peso d’oro? Viste le difficoltà a raggiungere Leandro Damiao, i nomi caldi del momento sono due: Fernando Torres (foto by InfoPhoto), sogno malcelato di Rafa Benitez, e Gonzalo Higuain, obiettivo dichiarato di Aurelio De Laurentiis.

Partiamo da quest’ultimo. Nelle sue scorribande su Twitter, il presidente azzurro ha ammesso di essere sulle tracce del centravanti argentino, inseguito dall’Arsenal e in passato anche dalla Juventus. Il prezzo è alto, sopra i 30 milioni di euro, e le difficoltà non finiscono qui: Perez ha riempito la squadra di trequartisti, ma di prime punte il Madrid ne ha solo due, Benzema e appunto Higuain. Se il Madrid dovesse arrivare in tempi rapidi a un grande attaccante – vedi Ibrahimovic o Aguero – allora sarebbe più facile convincerli a scendere a più miti consigli. Ma, fino a quel momento, al Pipita ci si può arrivare solo dietro tributo di sangue.

Diverso il discorso per Fernando Torres. A maggio si era parlato molto di un suo inserimento nell’ambito della trattativa Chelsea-Cavani, ipotesi poi naufragata di fronte alla richiesta di solo cash da parte del Napoli. Durante la Confederations Cup, El Niño aveva chiuso all’ipotesi di un suo addio al Chelsea, dichiarando di voler restare ancora a Londra. In realtà, la situazione è molto più fluida. Torres non è l’attaccante preferito di Mourinho e il Chelsea, con il suo budget non inferiore a quello del Napoli, deve ancora iscriversi al gran ballo del mercato. L’offerta per Wayne Rooney è stata per ora respinta al mittente, ma è chiaro che i Blues stiano cercando un grande centravanti. Torres non è una priorità per Mou, ma lo è per Rafa: la scacchiera è mobile, l’obiettivo alla portata.