La notizia era stata anticipata nella serata di ieri dalla stampa britannica e ora è arrivata la conferma: Sir Alex Ferguson (foto by InfoPhoto) lascia la panchina del Manchester United. L’annuncio-bomba (Ferguson aveva recentemente dichiarato di voler proseguire ad allenare) è stato dato dallo stesso club inglese con un comunicato apparso sul sito, e poi confermato dal manager scozzese ai giornalisti presenti al centro sportivo di Carrington.

E’ il momento giusto per una decisione molto difficile. Per me era importante lasciare la struttura nelle migliori condizioni possibili. La qualità della rosa che ha appena vinto il campionato e la sua età media garantiscono altri successi negli anni a venire. Abbiamo un centro di allenamento molto efficiente, tra i migliori al mondo. Sono felice e onorato di assumere il ruolo di direttore e ambasciatore del club nel mondo, non vedo l’ora di cominciare. Devo ringraziare la mia famiglia, per l’amore e sostegno. Mia moglie Cathy e’ stata una figura essenziale durante tutta la mia carriera“.

Il 71enne Ferguson abbandona Old Trafford dopo 26 anni, al termine di una stagione trionfale in cui ha regalato il 20esimo titolo inglese ai Red Devils (il 13esimo sotto la sua gestione), club che ha fatto risorgere dalle polveri dopo un ventennio di semianonimato, riportandolo anche per due volte sul trono d’Europa. In tutto sono stati 38 i titoli vinti dallo scozzese. A questo punto, secondo la stampa di Oltremanica, si riaprirebbe, clamorosamente, la pista che porterebbe José Mourinho sulla panchina più prestigiosa di Inghilterra.