Alex Ferguson via dal Manchester United, una di quelle soluzioni da sempre etichettate come “impossibili”, che a sorpresa sta trovando conferme nelle ultime ore. Secondo quanto scrive il Times, infatti, Sir Alex sta pensando di dire basta dopo 26 anni alla guida dei Red Devils, con i quali ha vinto tutto e di più, in Inghilterra, in Europa e in giro del mondo, riportandolo ai gloriosi tempi di Matt Busby.  Al di là della Manica parlano già di annuncio previsto entro la fine della settimana, dopo il match contro lo Swansea, uno choc anche per il Manchester United che per ora non ha smentito l’indiscrezione.  A 71 anni l‘iron man del calcio inglese, l’allenatore più vincente degli ultimi 25 anni, si è accorto che la salute non gli permette più di continuare. Dal 2004 Ferguson lavora, urla e insegna calcio con un pacemaker e quest’estate andrà sotto i ferri per un’intervento all’anca.

La notizia ha scioccato tutti, ma i tabloid inglesi fanno già i nomi dei candidati a sostituirlo. Si va da Jurgen Klopp, tecnico del Borussia Dortmund dei miracoli, a Ole Gunnar Solskjær, allenatore del Molde ed ex attaccante del Manchester United, fino ad arrivare a David Moyes, attualmente alla guida dell’Everton, sponsorizzato dallo stesso Ferguson.  C’è poi chi scrive di un possibile approdo di José Mourinho, che non ha mai nascosto di ambire alla panchina di Old Trafford. Lo Special One, in uscita dal Real Madrid,  non avrebbe ancora trovato l’accordo con il Chelsea. C’è sotto il Manchester United?