La carriera di Federico Balzaretti (foto by InfoPhoto) è a rischio. Lo ha dichiarato lo stesso terzino giallorosso nel corso di una conferenza stampa, alla presenza del medico sociale della Roma, Francesco Colautti: “Devo fare ancora mesi di fisioterapia, non so dire quanti, e c’è la possibilità di non riuscire a guarire. Io ci proverò fino alla fine, non voglio mollare perché voglio continuare a sentirmi ancora un calciatore. Voglio ringraziare anche la società, il mister Garcia e il dottore che mi sono stati sempre vicino. Il messaggio per i tifosi è che io non mollo, ma voglio che loro sappiano che purtroppo non so né se né quando supererò il problema“.

Balzaretti è fermo dal novembre dell’anno scorso, quando dopo la gara contro il Torino ha cominciato ad avvertire forti dolori alla zona pubica. Inizialmente interpretato come pubalgia, il problema si è rivelato essere invece un altro, e di tutt’altra gravità: una malformazione dell’articolazione della sinfisi pubica, che ha causato il deterioramento della cartilagine presente. Due interventi chirurgici non sono serviti a risolvere la situazione, anzi l’hanno addirittura peggiorata. Ora la terapia elettromagnetica, nella speranza che serva almeno ad attenuare i dolori. La Roma ha finora mantenuto un comportamento esemplare: “Siamo una famiglia, sanno che ce la sto mettendo tutta. Ho parlato con il presidente, hanno carta bianca su tutto, non è questo che conta“, ribadisce Balzaretti a proposito di una possibile richiesta di riduzione dello stipendio. Il suo contratto scade l’anno prossimo; ma anche questo, come lo stipendio, è un problema del tutto secondario in questo momento.

LEGGI ANCHE:

Van Basten è malato