Federica Pellegrini ha annunciato che si ritirerà dal nuoto agonistico dopo le Olimpiadi di Rio 2016. Una notizia che era nell’aria da diverso tempo, ma che ora riceve i crismi dell’ufficialità per bocca della stessa atleta.

Presente a Milano assieme al suo fidanzato Filippo Magnini per la presentazione della nuova campagna pubblicitaria di Head&Shoulders, la Fede nazionale ha dunque ufficializzato quello che molti ormai avevano pienamente intuito.

Dopo Rio, dunque, stop. Federica Pellegrini non ha cambiato idea e, anzi, rilancia. Questi potrebbero essere gli ultimi 12 mesi nei quali la si potrà vedere dare spettacolo in acqua, vincere, distruggere gli avversari.

Ovviamente si è parlato anche dei prossimi Mondiali di nuoto a Kazan, ma qui Federica non si è sbilanciata: “Sono scaramantica – ha sottolineato - e non parlo mai prima. I prossimi Mondiali sono l’appuntamento più importante dell’anno e nelle ultime gare sono andate molto bene. Io e Filippo (Magnini, ndA) ci stiamo preparando bene e spero di arrivare in forma”.

Dunque, c’è ancora voglia di fare bene ed è proprio per questo che il cambio di allenatore, con l’approdo di Matteo Giunta al posto di Philippe Lucas, potrebbe sortire molti effetti. Il programma di allenamento è stato modificato di molto, come riferito dallo stesso Magnini: “Lucas è bravissimo ma non è adatto per il nostro tipo di gara – le sue parole – con Matteo che è anche mio cugino ho continuato ad andare sotto i 40 secondi nei 100 stile libero e si tratta del dodicesimo anno consecutivo. Nessuno ha fatto meglio di me: Phelps si è fermato a 9 nove anni consecutivi”.

Immancabili la domanda sulla loro vita privata:Viviamo insieme a Verona, città che ci permette di fare una vita normale mentre a Milano e Roma siamo sempre inseguiti dai paparazzi. Ci alleniamo anche insieme ma il nostro rapporto va benissimo perché essere entrambi atleti ci aiuta a capire meglio le esigenze dell’altro”.

Poi la conclusione: “Logico pensare che Rio 2016 potrebbe anche essere il momento giusto per concludere la carriera. Sono soddisfatta di quello che ho fatto e sta per arrivare l’ora di iniziare una vita diversa. Cosa farò dopo il ritiro? Non escludo niente, nemmeno un futuro da allenatrice perché il mio mondo per ora è il nuoto, poi vedremo. Di certo per un altro anno e mezzo saremo ancora immersi nel cloro”.