PALERMO – A un passo dalla quinta finale di Fed Cup negli ultimi 8 anni. L‘Italia di Corrado Barazzutti vola sul 2-0 nella prima giornata del penultimo atto della manifestazione, a Palermo, sulla terra rossa, contro la Repubblica Ceca, leader del ranking mondiale e vincitrice delle ultime due edizioni.

Quattro set vinti, nessuno perso. Un rullo compressore Sara Errani (n.7 del mondo) e Roberta Vinci (n.12, assieme nella foto InfoPhoto), che sono cresciute talmente tanto, negli ultimi tre anni, da relegare in panchina, com’è giusto che sia in questo momento in cui sono loro le più forti, le protagoniste assolute delle tre vittorie in Fed Cup (2006, 2009, 2010), ovvero Flavia Pennetta e Francesca Schiavone, pronte comunque a fare un tifo infernale per le compagne di squadra a bordo campo.

Nel primo singolare, Sara Errani, pur magari un attimo tesa in avvio di partita, ha rispettato il pronostico a suo favore battendo facilmente 6-4, 6-2, Lucie Safarova, contro la quale, però, non aveva mai vinto in precedenza. Match iniziato con una serie di break consecutivi (nei primi 4 giochi), prima che Sara prendesse il sopravvento contro una Safarova troppo fallosa, seppur capace di un un buon numero di colpi vincenti. L’azzurra ha sfruttato le sue caratteristiche, variando bene i colpi, cercando le smorzate e approfittando anche dei tantissimi errori della tennista ceca. Nel primo set Sara ha centrato il break decisivo al sesto game (4-2). Nella seconda partita l’azzurra è salita di livello e ha preso decisamente il largo: subito 3-0 e poi 6-2 con la ceca chiaramente in difficoltà contro la solidità e la regolarità della Errani, che ha concesso appena una palla break alla rivale.

Non era facile gestire questa partita – ha detto poi Errani ai microfoni RAI – e io sono riuscita a farlo bene, si sa che faccio sempre fatica con le mancine, sono molto felice per come è andata. Sul servizio non cerco la velocità, ma la direzione e contro la Safarova, che non avevo mai battuto, era difficile. Ho cercato di giocare punto su punto. Non è stata certamente una bella partita sotto il profilo del gioco, quello non mi è piaciuto tanto, ma è stata bella per come è andata a livello di concentrazione“. Verissimo, visto che Sara non ha concesso praticamente nulla alla rivale, se non nei primi due turni di servizio.

Poi ecco il match all’apparenza più difficile di questa prima giornata, ovvero quello che metteva di fronte Roberta Vinci all’ex vincitrice di Wimbledon, nonché n.8 al mondo, Petra Kvitova. L’andamento iniziale della partita è stato simile a quello della sfida che l’ha preceduta, con le due tenniste che cedono i primi sei turni di servizio, consecutivamente. Il bello è che Vinci e Kvitova si eranno appena affrontate nella finale del torneo WTA di Katowice, in Polonia, vinta dalla tarantina 7-6, 6-1. Roberta ha messo in difficoltà la ceca con il suo marchio di fabbrica, il rovescio in back, con palla che rimbalza poco su una superficie molto lenta, ma ha anche realizzato tanti colpi vincenti e servito bene, non a caso ha chiuso il match con un ace (cinque, in totale). Dopo il 6-4 del primo set, la Vinci ha subito strappato il servizio alla Kvitova e non ha più concesso nulla alla rivale, chiudendo con lo stesso 6-1 già rifilatole nel match di Katowice. Petra è andata letteralmente in tilt nel secondo set, sbagliando di tutto sotto la pressione dell’azzurra. La tarantina, che vive e si allena a Palermo, ha anche avuto il tempo, questo nel primo set, di chiedere un po’ più di tifo alla folla siciliana, che conosce bene e che ama (erano in 3.800 sulle tribune del club di Via del Fante), visto quanto si facevano sentire i tifosi cechi…

Italia sul 2-0, ma vietato rilassarsi perché manca ancora un punto prima dell’accesso alla finalissima. Domani, domenica 21 aprile, gli ultimi due singolari e il doppio.

MONTECARLO

Niente da fare per Fabio Fognini, sconfitto 6-2, 6-1 dal n.1 del mondo, Novak Djokovic, nella seconda semifinale del torneo di Montecarlo. Il tennista ligure, comunque, lunedì sarà tra i primi 25 al mondo.

PROGRAMMA

ITALIA – REPUBBLICA CECA 2-0

sabato

Sara Errani (ITA) b. Lucie Safarova (CZE) 6-4, 6-2

Roberta Vinci (ITA) b. Petra Kvitova (CZE) 6-4, 6-1.

domenica
dalle 11.30 (diretta su Rai Sport1):

Sara Errani (ITA) c. Petra Kvitova (CZE)

Roberta Vinci (ITA) c. Lucie Safarova (CZE)

Flavia Pennetta/Francesca Schiavone (ITA) c. Lucie Hradecka/Andrea Hlavackova (CZE).