L’Italia campione in carica abdica. Dopo il quarto trionfo, targato 2013, ecco che le azzurre di Fed Cup nel 2014 si arrendono in semifinale a una Repubblica Ceca onestamente più forte, anche per via della superfice molto veloce (ma non solo per quello). Dopo il 2-0 della prima giornata, Kvitova e compagne non lasciano scampo alle italiane imponendosi anche nel doppio: 4-0 il punteggio finale.

Alle padrone di casa è bastato il terzo singolare per chiudere la sfida sul veloce indoor della Cez Arena di Ostrava. Petra Kvitova, numero 6 del ranking mondiale, ha superato in due set Roberta Vinci, schierata dal capitano azzurro Corrado Barazzutti al posto di Sara Errani: 6-3, 7-5 in un’ora e trenta minuti.

La tarantina conduceva 2-1 nei precedenti e aveva battuto la campionessa di Wimbledon 2011 due volte lo scorso anno, l’ultima proprio in Fed Cup a Palermo, ma sulla terra rossa. Sul velocissimo tappeto di Ostrava ha provato ad arginare la rivale e c’è anche riuscita. Peccato per le nove palle break non trasformate nel primo set: due nel terzo game, una nel quinto e addirittura sei nel settimo. Su tutte comunque è stata lucida la mancina di Bilovec a sfruttare l’arma del servizio da sinistra. Poi sul 4-3, alla prima occasione, ecco il break per la Kvitova, complici due doppi falli di Roberta dal 30-30 che hanno di fatto consegnato il set all’avversaria. Nella seconda partita break in apertura della 24enne ceca e immediata reazione della Vinci. Roberta ha ancora ceduto il turno di battuta al settimo gioco: sul 40 pari prima un diritto fuori misura dell’azzurra, quindi un’accelerazione di rovescio della Kvitova, hanno consentito alla tennista di casa di allungare. Anche in questo caso, però, la 31enne tarantina è stata brava a recuperare immediatamente lo svantaggio e a salire sul 5-4 su una volée agevole messa out dall’avversaria. Il break che ha deciso la sfida è arrivato sul 5-5: Roberta prima ha salvato tre palle del 5-6, poi è stata tradita da due diritti fuori misura. La Kvitova è andata a servire per il match e non si è lasciata sfuggire l’occasione di chiudere.

A punteggio acquisito si è giocato il doppio vinto dalle ceche, che ha fissato il punteggio sul 4-0.

ROBERTA VINCI: “Probabilmente ho giocato la mia miglior partita della stagione – conferma la tennista pugliese – resta il rammarico di aver perso un match che ci avrebbe consentito di riaprire la sfida. Nel primo set soprattutto ho avuto tante occasioni, ma la Kvitova è sempre stata brava a rimediare alla tante palle break. Lei è molto forte, su questo campo ancor di più. Anche nel secondo ho provato a starle attaccata sperando in un suo calo, a volte li accusa, non questa volta. Ho cercato di accorciare gli scambi, di non farle giocare mai una palla uguale all’altra, di non darle ritmo. Questa prestazione però mi dà fiducia: il mio inizio di stagione non è stato positivo, ora sto ritrovando in campo le sensazioni giuste”.
L’Italia da una decina d’anni è ai massimi livelli: inseguiva la sesta finale nelle ultime nove stagioni e vanta quattro titoli, l’ultimo lo scorso anno nella finale di Cagliari contro la Russia: “Questa squadra può ancora dare tanto – sottolinea Roberta – il nostro è un ciclo vincente destinato a continuare nei prossimi anni. Anche grazie alle forze nuove che si stanno facendo strada, dalla Giorgi alla Knapp”.

CORRADO BARAZZUTTI: “Abbiamo un gruppo molto forte – prosegue Corrado – qui c’erano la Errani e la Vinci, ma non dimentichiamo Pennetta e Schiavone. E ora si sono aggiunte la Knapp e la Giorgi, grazie a loro abbiamo vinto lo scorso febbraio a Cleveland contro gli Stati Uniti e non era una passeggiata. Questo ci dà la possibilità di avere una rosa ampia ed è fondamentale per continuare a vincere. E a settembre dopo tanti anni ci giocheremo a livello maschile la semifinale di Coppa Davis contro la Svizzera. Mi sembra una stagione eccezionale per il nostro tennis”.

PROGRAMMA

REPUBBLICA CECA – ITALIA 4-0

sabato
Lucie Safarova (CZE) b. Sara Errani (ITA)     6-4, 6-1
Petra Kvitova (CZE) b. Camila Giorgi (ITA) 6-4, 6-2
nessun precedente

domenica
Petra Kvitova (CZE) b. Roberta Vinci (ITA) 63 75
Lucie Safarova (CZE) vs Camila Giorgi (ITA) non disputato

doppio

Andrea Hlavackova/Klara Koukalova (CZE) b. Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) 6-2, 5-7, 11-9.