Ieri si è chiusa anche la terza e ultima giornata della fase a Gruppi dei Mondiali 2014. Ora spazio agli ottavi di finale che prenderanno il via domani con Brasile-Cile (18.00 ora italiana) e Colombia-Uruguay (22.00 ora italiana).

Purtroppo per noi italiani il turno appena conclusosi è stato davvero molto triste. La nazionale azzurra ha perso contro l’Uruguay ed è stata eliminata dal Mondale. In ogni caso per chi gioca al Fantacalcio è il tempo di tirare le somme su quanto accaduto nell’ultima giornata della fase a gironi.

PORTIERI

I migliori. Grande prestazione per il portiere dell’Ecuador, Dominguez, che si oppone ai vari tentativi di Pogba, Benzema, Griezmann e Remy con interventi importanti. La sua nazionale pareggia 0-0 con la Francia ed è eliminata. Bene anche il costaricano Navas (0 gol subiti contro l’Inghilterra). L’estremo difensore dei Ticos sta disputando davvero un gran Mondiale. Buona prova anche per il suo collega Foster (Inghilterra, 0 gol subiti). Nonostante la rete incassata nella sconfitta 1-0 della nostra nazionale contro l’Uruguay e la successiva eliminazione degli Azzurri dai Mondiali 2014, bisogna rimarcare la grande prestazione di Buffon che compie veri e propri miracoli nella sfida contro la Celeste. Buona prova anche di Courtois (Belgio) protagonista della vittoria 1-0 dei Red Devils contro la Corea del Sud.

I peggiori. Dopo le 4 reti subite dalla Croazia, il camerunese Itandje rimedia ancora un poker contro il Brasile. Termina il suo Mondiale con 9 gol al passivo in 3 partite. Male. Incassa 4 reti anche il giapponese Kawashima. La nazionale di Zaccheroni perde 4-0 contro la Colombia e fa le valige per il Paese del Sol Levante. Sono 3 i centri rimediati dal croato Pletikosa nella sconfitta della sua nazionale 3-1 contro il Messico. Stessa sorte capita all’australiano Ryan che rientra nella terra dei canguri dopo aver rimediato 9 reti in 3 gare. Tre reti al passivo anche per l’honduregno Valladares.  Si iscrive al club dei portieri che hanno rimediato tre gol anche il cileno e neo acquisto del Barcellona, Bravo. Con lui pure l’iraniano Haghighi. Molto male anche il russo Akinfeev che commette un errore decisivo per il pareggio dell’Algeria e l’eliminazione della Russia. Non disputano prove negative, ma con due reti al passivo i vari: Barry (Costa d’Avorio), Romero (Argentina), Enyeama (Nigeria), Dauda (Ghana). 

DIFENSORI

I migliori. Straordinario ‘nonno’ Marquez. Trascina il suo Messico nella vittoria 3-1 contro la Croazia. Realizza una rete e fornisce un assist. Fantastico. Ottima prova anche per il compagno Guardado (gol). Bene i costaricani Gamboa e Gonzalez. Grande prova, purtroppo per gli azzurri, dell’uruguayano Godin. Da vero difensore da ‘barrio’ stuzzica e controlla Balotelli prima di decidere il match con un colpo di testa formidabile. Eppure lo sapevamo che ha superbe doti aeree. Prova positiva anche per gli svizzeri Lichtsteiner e Rodriguez. Sta disputando un buon Mondiale pure l’argentino Rojo che contro la Nigeria trova anche la via del gol. Favoloso Vertonghen (Belgio) che disputa una grande gara e realizza il gol che permette ai Red Devils di battere 1-0 la Corea del Sud.

I peggiori. Tragica la difesa honduregna che non ricorderà certamente volentieri questo Mondiale. Altri tre gol al passivo pure contro la Svizzera. Siamo a 8 in tre turni. I centroamericani salutano il Mondiale. Protagonista negativo di questa giornata Beckles. Male il francese Sakho che decide di rifilare una gomitata al malcapitato Enner Valencia. L’arbitro non prende alcun provvedimento. Nel disastro azzurro contro l’Uruguay bisogna rimarcare la prova negativa di De Sciglio (male sulla corsia di sinistra) e Darmian (timido). Impacciati. Assolute delusioni. L’argentino Zabaleta si trova a sfidare il nigeriano Musa, ma non viene certamente ispirato. L’attaccante del Cska realizza ben due reti. Il Camerun subisce 4 gol dal Brasile. Nkoulou non vive proprio una giornata da ricordare. Deludente prestazione pure per la Croazia che perde 3-1 contro il Messico. Male i vari Corluka, Lovren e Vrsaliko. L’Iran voleva vincere contro la Bosnia Erzegovina per provare a centrare gli ottavi di finale ed entrare nella storia, ma non c’è stato nulla da fare. I Dragoni hanno vinto 3-1. Gli iraniani Hosseini e Montazeri non hanno disputato la loro miglior prestazione. Sfortunato il ghanese Boye che nella sconfitta 2-1 della sua squadra con il Portogallo realizza un’autorete.

CENTROCAMPISTI

I migliori. I colombiani Cuadrado e James Rodriguez stanno disputando un Mondiale favoloso. Nella vittoria 4-1 contro il Giappone il viola segna su rigore, mentre il giocatore del Monaco subentra dalla panchina, realizza una rete magnifica e serve un assist vincente a Jackson Martinez. Molto bene anche il brasiliano Fernandinho che entra a gara in corso e trova la via del gol. Finalmente regala una prestazione importante anche il suo compagno Luiz Gustavo che serve a Neyamar l’assist per l’1-0 verdeoro nella vittoria dei padroni di casa 4-1 contro il Camerun. Si rivede anche Iniesta. Il fenomeno del Barcellona gioca un’ottima gara condita da un assist vincente. Peccato sia troppo tardi per la Spagna. Sta vivendo un momento di forma straordinaria pure l’olandese Robben. Nella vittoria 2-0 degli Oranje contro il Cile altra prova da voti altissimi in pagella. Molto bene anche il suo compagno Fer che segna. Uno dei migliori giocatori dell’Argentina in questo Mondiale è Di Maria. Prestazione di livello anche contro la Nigeria. Manca solo il gol. Segna, invece, il bosniaco Pjanic nella vittoria dei Dragoni contro l’Iran. Buone notizie per Antonio Conte: nonostante la sconfitta 2-1 del Ghana contro il Portogallo, lo juventino K. Asamoah disputa una buona gara con tanto di assist.

I peggiori. Prova negativa per l’ecuadoregno Antonio Valencia che saluta il Mondiale rimediando un’espulsione. Uno dei peggiori in campo nella sfida tra Australia e Spagna è il giocatore dei Socceros, McGowan.  Molto deludenti anche i vari inglesi Lallana, Milner, Barkley e Whilshere. Hodgson concede loro l’opportunità di giocare contro la Costa Rica, ma la sprecano. Male il giapponese Okubo che nella gara contro la Colombia si divora un gol facile. Prova negativa anche per Marchisio. Contro l’Uruguay lo juventino non brilla e rimedia un’espulsione (anche se ingiusta). Il cileno Gutierrez è chiamato a sostituire Vidal nella sconfitta 2-0 della sua nazionale contro l’Olanda, ma non lo fa in maniera positiva. Nella ripresa viene sostituito da Beausejour, ma pure lui non convince. Era molto atteso il loro compagno Valdivia che gioca davanti al suo pubblico (veste infatti la maglia del Palmeiras), ma non brilla.

ATTACCANTI

I migliori. Favoloso, magnifico, regale l’argentino Leo Messi. Doppietta contro la Nigeria. Sale a quota 4 gol ed è capocannoniere del torneo. Vuole aggiungere il Mondiale (uno dei pochi trofei che non ha mai vinto) al suo già ricchissimo palmares. Con lui sul trono della classifica marcatori siede pure Neymar. Segna ancora una doppietta e sale a quota 4 reti. Si rivede anche il suo compagno Fred che si sblocca e realizza il suo primo gol in questo torneo. Lo spagnolo David Villa decide di salutare il Mondiale e la Roja con un pregevole gol di tacco. Giornata assolutamente da ricordare per il 22enne attaccante della Svizzera, Shaqiri, che realizza una meravigliosa tripletta nel 3-0 rifilato dagli elvetici all’Honduras. Per tutto ciò dovrà anche ringraziare il suo compagno Drmic che gli ha dispensato due assist. La Colombia vola e, contro il Giappone, Jackson Martinez realizza una doppietta. Giornata da ricordare anche per il nigeriano Musa. Due gol al Mondiale contro l’Argentina non sono un fatto quotidiano. Le Super Aquile hanno perso 3-2, ma sono comunque riuscite ad approdare agli ottavi di finale. Nella vittoria della Bosnia contro l’Iran, Dzeko segna il suo primo splendido gol ai Mondiali. Trova la via della rete pure il greco Samaras che con un rigore realizzato al 93′ della sfida vinta 2-1 dalla sua Grecia contro la Costa d’Avorio regala agli ellenici la qualificazione al prossimo turno. Nonostante la sconfitta e l’eliminazione ivoriana, il romanista Gervinho (assist) fornisce un’altra buona prova. Sempre favoloso il tedesco Muller. Segna il quarto gol in questo Mondiale raggiungendo Messi e Neymar in testa alla classifica dei cannonieri. E’ il nono gol che segna nelle nove partite disputate ai Mondiali nella sua carriera. Una sentenza. Niente ‘biscotto’, la Germania vince 1-0 contro gli USA, ma si qualificano entrambi. Segna il suo primo gol in questo torneo anche Cristiano Ronaldo, ma ne spreca altri tre. Disputa comunque una prestazione piena di volontà, ma non basta. Il Portogallo vince, la differenza reti però lo condanna e deve tornare a casa. Grande gioia anche per l’algerino Slimani che realizza il gol del’1-1 contro la Russia, qualificando così la sua nazionale agli ottavi.

I peggiori. Nella sconfitta della sua Croazia, 3-1, contro il Messico delude Mandzukic. Impalpabile. Male anche il suo compagno Rebic. L’Italia perde 1-0 contro l’Uruguay e saluta il Mondiale. Prova assolutamente negativa per Balotelli. Male anche Immobile. Probabilmente il nuovo attaccante del Borussia Dortmund è stato condizionato dall’emozione. In Germania sarà chiamato a ben altre prestazioni. Male anche Cassano che subentra a gara in corso. Il morso rifilato a Chiellini costa al plurirecidivo Suarez una squalifica di 9 turni con la sua nazionale (per lui il Mondiale è finito) e 4 mesi con il suo club. Poteva andargli anche peggio (leggi qui). Non ha brillato nemmeno il suo compagno Cavani. Deludenti pure i cileni Sanchez (prima della gara contro l’Olanda era sempre stato uno dei migliori. Non conosce mezze misure) e l’evanescente Edu Vargas. Male pure l’australiano Taggart chiamato a sostituire lo squalificato Cahill. Il ghanese Waris spreca un’occasione importante per portare in vantaggio gli africani contro il Portogallo.

LEGGI ANCHE:

Nuovo Presidente Figc: tutti i nomi per il dopo Abete

[polldaddy poll="8113584"]