Siamo giunti alla conclusione di tutte le gare degli ottavi di finale dei Mondiali 2014. Solo 8 squadre potranno ora sfidarsi per aggiudicarsi il torneo: Brasile, Colombia, Olanda, Costa Rica, Francia, Germania, Argentina, Belgio.

Per chi gioca al Fantacalcio è giunto il momento di tirare le somme relative a quest’ultimo turno. Ecco quali sono stati i giocatori che si sono distinti e quelli, invece, che hanno incontrato qualche difficoltà.

PORTIERI

I migliori. Ancora una volta l’estremo difensore della Costa Rica, Navas, si supera parando il possibile. Nella vittoria della sua nazionale contro la Grecia subisce una rete, ma si dimostra portiere di assoluto valore. Sta disputando un Mondiale fantastico, spaziale. Prova da voto alto anche per il colombiano Ospina. I Cafeteros superano 2-0 l’Uruguay ed entrano nelle magnifiche otto. Bene anche il brasiliano Julio Cesar (ha subito un gol) che, nel successo contro il Cile, disputa una buona gara rendendosi assoluto protagonista durante la lotteria dei rigori. Il verdeoro ne ha parati due (solitamente nel Fantacalcio tutto ciò che avviene durante la lotteria dei rigori non è considerato nel calcolo dei bonus e dei malus). Nonostante l’eliminazione della sua squadra e il gol subito, il cileno Bravo ha fornito un’ottima prestazione. Il neo acquisto del Barcellona si supera con veri e propri miracoli durante il corso della sfida. Straordinario anche Neuer. Assolutamente fantastico nella vittoria della sua Germania 2-1 con l’Algeria. Bene anche il transalpino Lloris, una sicurezza nel successo della Francia contro la Nigeria, così come l’argentino Romero nella vittoria dell’Albiceleste contro la Svizzera.

I peggiori. Non è un turno fortunato per il portiere greco Karnezis (subisce una rete). La sua squadra perde ai rigori contro la Costa Rica e lui non fornisce una grande prestazione.  Il nigeriano Enyeama mostra il meglio e il peggio di sé. Contro la Francia compie delle grandi parate, ma incassa due reti e non senza qualche colpa. Non poteva evitare i gol subiti, ma chiude con due centri al passivo anche l’uruguayano Muslera.

Un discorso a sé meritano Ochoa (Messico), M’Bolhi (Algeria), Howard (Stati Uniti). Forniscono prove eccezionali, ma prendono due gol e per il Fantacalcio questo è un problema.

DIFENSORI

I migliori. Buona prova del brasiliano David Luiz. Il nuovo acquisto del Psg trova la sua prima rete in questo Mondiale. Nonostante la sconfitta contro i verdeoro, il cileno Medel ha fornito la solita stoica gara da gladiatore. Nella sconfitta patita dalla sua Grecia contro la Costa Rica può festeggiare la rete anche Papastathopoulos. Purtroppo per lui quel gol del pareggio allo scadere dei tempi regolamentari si è rivelato inutile per il passaggio del turno. Buona prova di tutta la difesa della Colombia. I Cafeteros sconfiggono 2-0 l’Uruguay e i vari Zapata, Yepes e Armero sono fantastici. Quest’ultimo sta disputando un Mondiale di assoluto livello. La stessa cosa si può dire per l’argentino Rojo. Altra prova positiva per il belga Vertonghen nella vittoria 2-1 della sua nazionale contro gli Stati Uniti.

I peggiori. Giornata assolutamente da dimenticare per il cileno Jara. Commette un grave errore  in occasione della rete di David Luiz e spedisce contro il palo l’ultimo rigore della serie della Roja aprendo ai brasiliani la strada per i quarti. Turno storto anche per ‘nonno’ Marquez. Dopo essere stato graziato nel primo tempo, nel secondo commette il fallo da rigore su Robben. Huntelaar trasforma il penalty. L’Olanda è ai quarti, il Messico torna a casa. Non brilla nemmeno il suo compagno Moreno. Delude anche l’oranje Martins Indi che pare una spina nel fianco della sua stessa nazionale. Jobo non ricorderà volentieri il 30 giugno 2014. Il difensore nigeriano realizza l’autorete del 2-0 subito dalla sua squadra contro la Francia. Prestazione negativa pure per il costaricano Duarte. Rimedia un’espulsione per somma di cartellini gialli. Il secondo avrebbe potuto risparmiarselo. Nonostante la vittoria 2-1 della loro Germania contro l’Algeria, Mertesacker, Mustafi e Howedes hanno qualche difficoltà di troppo. Il primo subisce la velocità degli africani. Il secondo debutta dal primo minuto e commette qualche errore. Il terzo soffre Feghouli.  Delude pure il greco romanista Torosidis. Prova negativa per gli statunitensi Johnson e Cameron.

CENTROCAMPISTI

I migliori. Prova assolutamente fenomenale del fantastico James Rodriguez. Il talento colombiano ha realizzato una doppietta contro l’Uruguay. Il primo centro è una perla di assoluta bellezza che rimarrà tra i gol più belli di questa edizione. E’ capocannoniere del torneo con 5 reti. Sta disputando un Mondiale superbo, straordinario. Prova di assoluto livello anche per i suoi compagni Cuadrado (assist) e Aguilar (assist). Pure il giocatore della Fiorentina è sempre tra i migliori. Molto bene anche gli olandesi Sneijder, che segna il suo primo gol ai Mondiali 2014, e Robben (attenzione che potrebbe essere considerato attaccante). Quest’ultimo evidenzia un periodo di forma straordinaria e si procura il penalty che sancisce il passaggio del turno degli oranje. Favolosa prova del francese e juventino Pogba. Il transalpino può festeggiare il suo primo centro a un Mondiale. Dimostra di essere un centrocampista favoloso. Molto bene anche il suo compagno Valbuena. Mette lo zampino nella rete del 2-0 dei Blues. Nonostante la sconfitta del suo Cile contro il Brasile va rimarcata la buona prestazione da parte di Aranguiz. Prestazione favolosa per Di Maria che trova il gol vittoria dell’Albiceleste contro la Svizzera. L’argentino sta disputando un torneo di assoluto livello. Nonostante la sconfitta della sua Svizzera, Shaqiri mette spesso in apprensione la difesa dell’Albiceleste. Favoloso il belga De Bruyne che segna e fornisce un assist. Bene anche il suo compagno Fellaini.

I peggiori. Prova da dimenticare per il greco Samaris. Il giocatore non entra praticamente mai in partita. Delude anche l’algerino Brahimi che entra nel finale di gara della sua squadra contro la Germania, ma non brilla. Nonostante la vittoria dei tedeschi, Gotze non vive la sua migliore giornata. Lo stesso si può dire per il brasiliano Oscar che nella gara contro il Cile è praticamente un fantasma. Il cileno Silva non pare avere la personalità e il passo per gare importanti come un ottavo di finale di un Mondiale. Nonostante la vittoria della sua Argentina, Gago è lento e impreciso. Prova negativa anche per l’elvetico Xhaka e per gli statunitensi Zusi e Bedoya.

ATTACCANTI

I migliori. Buona prova per il tedesco Schurrle. Entra nella ripresa e segna nei tempi supplementari. Molto bene anche l’olandese Huntelaar. A tempo scaduto l’attaccante realizza perfettamente il calcio di rigore che spedisce la sua nazionale ai quarti e il Messico all’inferno. Glaciale. Fornisce a Sneijder l’assist per il gol del momentaneo 1-1 degli oranje. Come non sottolineare poi la prova di un fantastico Kuyt (Olanda). Ha un’intelligenza tattica e una forza mentale che gli consentono di giocare in qualsiasi posizione. Nonostante la sconfitta della sua squadra, il messicano Giovani dos Santos realizza una rete fantascientifica. Giornata da ricordare anche per il costaricano Ruiz che trova il suo secondo gol al Mondiale. Dopo essere stato mattatore nella gara contro l’Italia, realizza una rete anche nella sfida con la Grecia. Bene anche il gioiellino transalpino Griezmann. Il suo ingresso nel corso della gara contro la Nigeria è stato importante per la sua Francia. Nonostante abbia fallito un penalty nella lotteria dei rigori di Cile-Brasile, l’attaccante della Roja, Sanchez, ha disputato una buona gara facendo anche gol. Altra prova da campione assoluto per Leo Messi (assist) ispiratore dell’Argentina. Fenomenale il reparto avanzato belga. Finalmente prova strepitosa per Lukaku che entra nei tempi supplementari, mette lo zampino nel gol di De Bruyne e poi segna. Buona prova anche per i suoi compagni OrigiMirallas.

I peggiori. Giornata da dimenticare per il brasiliano Hulk. Sbaglia un gol, un altro gli viene annullato e durante la lotteria dei rigori fallisce un penalty. Male anche Forlan. Il giocatore uruguayano non è più quello di un tempo. Ci si aspettava qualcosa in più anche da Van Persie (Olanda). Il greco Gekas entra a gara in corso, ma non graffia e nella lotteria dei rigori fallisce un penalty risultato decisivo per l’eliminazione degli ellenici. Buon avvio per l’algerino Soudani, ma la sua verve si spegne con il passare dei minuti. Lavezzi, chiamato a sostituire Aguero, non si rende mai pericoloso. Lo statunitense Wondolowski entra per Zusi e al 93′, sullo 0-0, si divora il gol della vittoria. Male.

LEGGI ANCHE

Pronostici Mondiali 2014: fuori l’Italia, ecco chi vincerà il titolo