Fabio Fognini è un campione del tennis. Mi permetto di dirlo sia da amante di questo sport sia perché ho potuto apprezzare dal vivo questo ragazzo dal temperamento mai domo. Un carattere difficile però quello di Fabio che in questo sport purtroppo non paga. Quando sei in campo con la racchetta in mano e il cervello deve coordinare il corpo alla perfezione il nervosismo è una piaga deleteria. Il terzo set del match contro il francese Tsonga all’ATP di Montecarlo è stata la ciliegina sulla torta di un percorso in chiaro scuro di Fognini capace di far esplodere Napoli dopo la vittoria in Coppa Davis su Murray capace di perdere 6-0 un set dove non ha praticamente espresso gioco.

Le scuse di Fabio sono arrivate, chiare, umili e sintomatiche di un momento che lui ha circoscritto e che cercherà di evitare. Il vero Fognini lo conosciamo è vero. E’ quello che ci fa urlare e che sta riportando il tennis azzurro nell’alto dei cieli. Adesso arriveranno gli Internazionali di tennis di Roma. E vogliamo il grande Fabio in massima forma fisica e mentale. Non più quello nero e scuro di questo video. Forza Fabio!