ZURIGO (Svizzera) – A un passo dai quarti di finale, l‘Italia di Mencarelli sprofonda incredibilmente perdendo contro il Belgio… due volte, prima in campo, nettamente, 3-1, e poi in classifica, visto che la sconfitta costa cara perché ci relega al secondo posto nella Pool B e costringe capitan Guiggi e compagne a giocare invece dei quarti, direttamente, gli ottavi di finale, contro lo spauracchio Polonia, che tanto male ci ha fatto in passato, e proprio agli Europei. (Tutte le foto tratte dal sito ufficiale CEV).

Nella gara contro il Belgio, dopo un buon primo set, giocato in maniera convincente, le azzurre hanno ceduto nettamente il secondo. Combattuto e appassionante il terzo, nel quale la squadra azzurra era riuscita anche a rimontare, prima di sprecare un’importante palla set che invece il Belgio ha saputo concretizzare al primo tentativo. Da lì in poi la formazione belga ha avuto strada libera. Nell’Italia la migliore marcatrice è stata Valentina Diouf (16 p.), mentre da sottolineare la prestazione positiva di Monica De Gennaro, protagonista di tante pregevoli difese che per lunghi tratti hanno permesso all’Italia di rimanere a contatto.

Come formazione iniziale il ct Marco Mencarelli ha confermato quella scesa in campo nelle prime due gare: Signorile-Diouf, schiacciatrici Costagrande e Caterina Bosetti, centrali Guiggi e Arrighetti, libero De Gennaro. Fuori dalle 12 Chirichella e Gennari.

Italia avvio

Nel primo set l’Italia inizia in maniera convincente e con in evidenza Costagrande stacca subito il Belgio. Diouf e Arrighetti si fanno sentire in attacco e a muro, permettendo di allungare ulteriormente, senza che le avversarie riescano a replicare. Con il passare del gioco il vantaggio si assottiglia, ma le azzurre, aiutate dalle difese di De Gennaro, tengono duro e passano (25-22).

Completamente diverso è l’avvio del secondo set, nel quale il Belgio prende in maniera decisa l’iniziativa. L’attacco belga è inarrestabile, su tutte la Leys: 8 punti con l’89%. Sorokaite rileva Caterina Bosetti, ma dopo un leggero riavvicinamento il muro belga ristabilisce le distanze e il set si chiude velocemente (16-25).

Le prime fasi del terzo set vedono per la prima volta nella gara un sostanziale equilibrio: entrambe le formazioni faticano a metter giù i palloni, difendendo molto. Il Belgio si sblocca più velocemente e riesce a prendere un break, mentre l’Italia non punge. Una grande De Gennaro con le sue difese tiene aggrappate le azzurre alle avversarie, fino a che Diouf sale in cattedra. Il giovane opposto azzurro si carica sulle spalle l’attacco italiano e propizia un parziale che porta per prime le compagne al set point. Sul più bello, però, le ragazze di Mencarelli sbagliano troppo, mentre il Belgio non perdona (24-26).

L’occasione sprecata pesa sulle spalle dell’Italia che alla lunga non riesce a mantenere il ritmo belga. Nella fase centrale del set le azzurre subiscono un lungo parziale che si rivela incolmabile e sono costrette a cedere nettamente (18-25). Le belghe, a fine match, esultano come se avessero vinto un mondiale…

Esultanza Polonia

BELGIO – ITALIA 3-1 (22-25, 25-16, 26-24, 25-18)

BELGIO: Heyrman 15, Van Hecke 9, Rousseaux 13, Aelbrecht 10, Dirickx 6, Leys 17. Libero: Courtois. Coolman, Van De Vyver, Vandesteene 9. N.e: Bland, Biebauw. All. Vande Broek

ITALIA: Bosetti C., Arrighetti 10, Diouf 16, Costagrande 12, Guiggi 4, Signorile 1. Libero: De Gennaro. Bosetti L., Sorokaite 8, Barcellini. N.e: Camera, Folie. All. Mencarelli

Arbitri: Azevedo (Por) e Rodriguez (Spa).

Durata Set: 26’, 24’, 31’, 26’

Belgio: 4 a, 13 bs, 13 m, 32 e.

Italia: 2 a, 5 bs, 6 m, 28 e.

MENCARELLI: “Il Belgio ha fatto tutto quello che era nelle loro possibilità per metterci in difficoltà, giocando al massimo. Già alla fine del primo set si era visto che ci stavano prendendo le misure e il fatto di averlo vinto forse ci ha tratto un po’ in inganno. Bisognerà analizzare la gara a mente lucida per capire bene tutte le cose che non hanno funzionato. L’importante è andare avanti, durante l’estate dopo alcune batoste questa squadra è sempre riuscita a reagire e adesso è il momento di farlo ancora.

GUIGGI: “Purtroppo è andata male, sotto tutti i punti di vista. Bisogna mettere in conto che in un torneo possono capitare giornate così e quindi occorre voltare pagina velocemente, pensando subito alla Polonia. Sapevamo fin dall’inizio che non sarebbe stato facile e adesso guardiamo avanti.”

DE GENNARO: “Quella di oggi è stata una brutta partita perché quando il Belgio ci ha messo in difficoltà noi abbiamo mollato. Loro hanno fatto un’ottima prestazione, difendendo molto e arrivando su ogni pallone. Questo ci ha creato diversi problemi e non siamo riuscite a reagire.”

RISULTATI

Pool A (Halle): 6/9 Germania-Spagna 3-0, Olanda-Turchia 2-3; 7/9 Germania-Olanda 3-2, Spagna-Turchia 0-3; 8/9 Spagna-Olanda 0-3, Turchia-Germania 0-3. Classifica: Germania 8, Turchia e Olanda 5, Spagna 0.

Pool B (Zurigo): 6/9 Italia-Svizzera 3-0, Francia-Belgio 1-3; 7/9 Italia-Francia 3-1, Svizzera-Belgio 0-3; 8/9 Francia-Svizzera 3-2, Belgio-Italia 3-1. Classifica: Belgio 9, Italia 6, Francia 2, Svizzera 1

Pool C (Dresda): 6/9 Azerbaijan-Croazia 0-3, Bielorussia-Russia 1-3; 7/9 Azerbaijan-Bielorussia 1-3, Croazia-Russia 1-3; 8/9 Bielorussia-Croazia 0-3, Russia-Azerbaijan 3-0. Classifica: Russia 9, Croazia 6, Bielorussia 3, Azerbaijan 0.

Pool D (Schwerin): 6/9 Serbia-Bulgaria 2-3, Rep.Ceca-Polonia 2-3; 7/9 Serbia-Rep.Ceca 3-0, Bulgaria-Polonia 1-3; 8/9 Rep.Ceca-Bulgaria 3-2, Polonia-Serbia 1-3. Classifica: Serbia 7, Rep.Ceca e Polonia 4, Bulgaria 3.

PLAY OFF E QUARTI DI FINALE

Le prime classificate di ciascuna pool accedono direttamente ai quarti di finale in programma l’11 settembre. Le seconde e le terze si affrontano invece in un play-off il 10 settembre: gara 25 (Halle, ore 17): Turchia-Bielorussia; gara 26 (Zurigo, ore 17.30): Italia-Polonia; gara 27 (Halle, ore20): Croazia-Olanda; gara 28 (Zurigo, ore 20.30): Rep.Ceca-Francia. Questi gli incroci dei quarti di finale:

11/9 (Gara 29, Halle): Germania – vincente Croazia/Olanda

11/9 (Gara 30, Zurigo): Belgio – vincente Rep.Ceca/Francia

11/9 (Gara 31, Halle): Russia- Turchia/Bielorussia

11/9 (Gara 32, Zurigo): Serbia- Italia/Polonia

Nelle semifinali (Berlino, 13 settembre) si affronteranno le formazione vincitrice della gara numero 29 contro quella della gara numero 30 e la vincitrice della gara 31 contro quella della gara 32.

Il 14 settembre sempre nella capitale tedesca sono in programma gli incontri che assegneranno le medaglie: ore 17 finale 3-4 posto, ore 20 finale 1-2 posto.