Apertura drammatica ai 32esimi Europei di nuoto 2014, iniziati quest’oggi a Berlino. Durante la gara inaugurale della manifestazione continentale, la 10km di fondo femminile, la nuotatrice polacca Natalie Charlos è stata vittima di un collasso improvviso, talmente repentino che alla ragazza non è stato nemmeno possibile avvertire con un segnale le barche d’appoggio. Finalmente qualcuno tra gli spalti si è accorto del dramma in atto e la 21enne è stata tirata fuori dall’acqua priva di conoscenza, per poi essere tradotta immediatamente all’ospedale. Sconvolta l’atleta tedesca Angela Maurer, una delle prime a essersi resa conto di quanto stava accadendo:

E’ stato orribile. Aveva già la schiuma alla bocca, quando l’hanno presa e portata sulla barca di salvataggio e questo è molto grave“, ha dichiarato la Maurer, che tre anni fa aveva assistito alla morte del nuotatore americano Francis Crippen durante una gara negli Emirati Arabi. La gara si è conclusa con la vittoria dell’olandese van Rouwendall, davanti all’ungherese Risztov e alla nostra Aurora Ponselè.

 LEGGI ANCHE:

Pellegrini-Magnini, il matrimonio s’ha da fare o no?