L’Italia va subito a medaglia negli Europei di lotta a Novi Sad. Sara Da Col conquista il bronzo nei 63 chilogrammi.

Finale memorabile

Sconfitta nettamente da Ewa Michalik (bronzo olimpico a Rio) nei quarti di finale, il successo della polacca contro la lettone Laura Skujina ha dato comunque all’azzurra l’accesso diretto per la finalina. Un incontro equilibrato e molto tattico quello tra Da Col e Skujina (bronzo mondiale e europeo 2014). Che però l’atleta del Cus Torino è riuscita ad aggiudicarsi, ribaltando l’iniziale svantaggio e concludendo in vantaggio di un punto (3-2). Oro andato invece alla Michalik, che ha vinto il suo quarto titolo continentale superando la bulgara Taybe Mustafa Husein. “Una grande prestazione di Sara ha regalato all’Italia una medaglia femminile continentale che mancava da tempo – è il commento del Team Manager Lucio Caneva – Ha affrontato l’incontro senza lasciarsi intimidire dalla maggiore esperienza della sua avversaria, al contrario opponendo sagacia, tattica ed intelligenza. Verso le ultime frazioni ha trovato uno spunto brillante che ha saputo sfruttare per mettere a segno i due punti necessari a portare a casa il bronzo”.

Un 2017 felice

Uno splendido trionfo per Sara Da Col, che dà seguito al promettente avvio del 2017. Al suo attivo il quinto posto al Grand Prix di Parigi, ma soprattutto due podi, terza sia al Flatz Open che al torneo Dan Kolov & Nikola Petrov di Ruse, in Bulgaria. Con questi risultati Sara si è così meritata la convocazione per Novi Sad. Dove è andata oltre alle più rosee aspettative: alla vigilia di questi Europei in pochi immaginavano un piazzamento in zona medaglia. E l’Italia intera festeggia, fiera della sua eroina. Dopo l’eccellente risultato della prima giornata tutte le aspettative sono su Frank Chamizo che venerdì 5 maggio cercherà di aggiungere al suo palmares la corona continentale nella nuova categoria dei 70 chilogrammi.