Inizia male l’avventura degli azzurrini agli europei under 21: Italia-Svezia 1-2 e squadra di Di Biagio subito in crisi. Spreca tutto e male la nostra Nazionale, che non sa sfruttare il vantaggio di un gol e di un uomo accumulato nel primo tempo.

L’Italia parte frenata, fin quando non sale in cattedra il suo uomo più rappresentativo, Domenico Berardi. Il calciatore in orbita Juventus giustifica le attenzioni della Vecchia Signora quando prima assiste Battocchio (che si inceppa proprio al momento dello stop) e poi spedisce in porta Belotti, atterrato da Milosevic: rigore ed espulsione del difensore svedese.

Berardi dal dischetto non manca l’appuntamento col gol e spiazza Carlgen. Ci si aspetta una partita in discesa ed invece gli azzurri si complicano una partita più che alla portata.

Baselli sfiora il raddoppio con un bel tiro che si spegne di poco oltre l’incrocio. Poi giunge la doccia gelida: il pari della Svezia sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Lewicki confeziona un cross-assist per il gol di Guidetti. 1-1 e tutto da rifare per l’Italia. Cataldi, subentrato a Baselli, prova dalla distanza con un bel diagonale, ma il pallone finisce a lato.

Alla mezzora il grave pasticcio di Sturaro, che perde la testa e rifila una manata ad Ishak, che lo aveva colpito con una pallonata. Rosso per il centrocampista juventino e superiorità numerica annullata.

In 10 contro 10 la Svezia trova addirittura il gol del vantaggio. Al 40′ Thelin serve di tacco proprio Ishak che si fa atterrare da Bardi in uscita: rigore netto, realizzato dallo stesso Thelin.

C’è pochissimo tempo per rimediare, ma gli azzurri non hanno la forza, né mentale, né fisica, per trovare il pareggio. Finisce così. Italia-Svezia 1-2.

Prossimo avversario degli azzurri sarà il Portogallo, domenica alle 20.45, che nella prima partita ha battuto l’Inghilterra con un gol di Joao Mario al 12′ del secondo tempo.

Italia-Svezia 1-2: il tabellino
Italia (4-3-3): Bardi; Zappacosta, Rugani, Bianchetti, Sabelli; Baselli (68′ Cataldi), Viviani, Sturaro; Berardi, Belotti (78′ Trotta), Battocchio (61′ Verdi). A disp: Sportiello, Leali, Biraghi, Romagnoli, Barba, Izzo, Crisetig, Benassi, Barnardeschi. All.: Luigi Di Biagio.
Svezia (4-4-2): Carlgren; Baffo, Milosevic, Helander, Augustinsson; Khalili, Hiljemark, Lewicki, Larsson (46′ Lindelof); Guidetti (76′ Ishak), Thelin. A disp: Hrgota, Rinne, Zeneli, Tibbling, Quaison, Holmen, Olsson, Konate, Gustafsson, Linde. All.: Håkan Ericson.
Arbitro: Tasos Sidiropoulos (Svezia).
Marcatori: 29′ Berardi, rig (I), 56′ Guidetti (S), 86′ Thelin, rig (S).
Ammoniti: Viviani, Bianchetti, Bardi (I), Helander, Milosevic, Guidetti, Hiljemark (S).