La Croazia e la Turchia hanno riempito le ultime due caselle delle Nazionali promosse agli Europei 2016 senza dover passare per i play off.

Europei 2016, Italia-Norvegia 2-1

Le qualificate sono: Italia, l’Albania, l’Austria, il Belgio, la Croazia, la Francia (paese organizzatore), il Galles, la Germania, l’Inghilterra, l’Irlanda del Nord, l’Islanda, la Polonia, il Portogallo, la Repubblica Ceca, la Romania, la Russia, la Slovacchia, la Spagna campione in carica, la Svizzera e la Turchia (quale miglior terza).

Particolarmente avventurosa la qualificazione della nazionale di Fatih Terim (La Turchia ha vinto contro l’Islanda con una punizione segnata all’89 da Inan), promossa anche grazie al successo con il quale il Kazakistan ha vinto in Lettonia, scavandola in classifica e lasciandole l’ultimo posto del girone.

Ai fini del computo per individuare la miglior terza, infatti, erano utili i risultati ottenuti contro le prime cinque di ogni girone (per mettere sullo stesso piano i raggruppamenti a cinque e se squadre) ed i risultati ottenuti dalla Turchia contro la Lettonia erano peggiori rispetto a quelli conquistati contro il Kazakistan.

Ai play off l’Ungheria, la Bosnia, l’Ucraina, l’Irlanda, la Slovenia, la Svezia, la Danimarca e la Norvegia. Gli spareggi si giocheranno a novembre, mentre il sorteggio a dicembre.

Delusione Olanda

Chi non andrà agli Europei 2016 è l’Olanda di Danny Blind, vera e propria delusione di queste qualificazioni. Gli oranje hanno concluso il proprio girone ottenendo appena 13 punti in 10 partite, di cui 5 perse. Una vera e propria catastrofe.

Ieri sconfitta casalinga contro la Repubblica Ceca per 3-2, con autogol di Van Persie. Forse il simbolo della fine della generazione che ha portato l’Olanda al secondo e terzo posto mondiale nel 2010 e nel 2014.