L’Italia è quasi certa di essere inserita nella seconda fascia di sorteggio dei gironi per gli Europei 2016. Per evitare la mancata inclusione tra le teste di serie, gli azzurri devono affidarsi ad una vittoria contro la Norvegia e sperare in un pareggio o in una sconfitta del Belgio contro Israele.

La nazionale belga è infatti in vantaggio nella differenza reti rispetto agli azzurri: +4. Per cui, se ad esempio la squadra di Wilmots dovesse battere Israele 1-0, l’Italia sarà costretta a piegare la norvegia 5-0. Complicato.

L’incognita Olanda

Nel rush finale per aggiudicarsi l’ultimo posto finale quale testa di serie c’è anche l’Olanda. Gli oranje sono quasi fuori dai giochi, ma se dovessero battere la Repubblica Ceca, conquistare il terzo posto e vincere i play off sarebbero automaticamente in prima fascia grazie al miglior ranking Uefa.

Il sorteggio sarà effettuato a dicembre. Le 24 finaliste saranno divise in quattro fasce da sei nazionali ciascuna. Per ora, certi della prima fascia, sono Francia (paese ospitante), Spagna (campione d’Europa in carica), Inghilterra, Germania e Portogallo (miglior ranking Uefa), più una tra Italia, Belgio e Olanda, con les Diables Rouges favoriti.

Insomma, dovesse finire in seconda fascia, la nazionale di Antonio Conte affronterà senz’altro una big, ma pericoli potrebbero arrivare dalla terza fascia (dove potrebbero finire Polonia, Irlanda, Svezia Repubblica Ceca e Romania).

Conte ha già bollato il regolamento attraverso il quale vengono decise le fasce: ‘Il discorso sulle teste di serie è molto particolare. Sono meccanismi che fatico a capire. Nel ranking uefa la Croazia ci precede, ma questo girone ha dimostrato che gli siamo davanti.