I quarti di Europa League non avranno alcuna italiana. In un Olimpico gremito la Roma si impone soltanto 2-1 sul Lione e saluta la competizione.

Primo tempo, botta e risposta Diakhaby-Strootman

Per rimontare il 4-2 dell’andata Spalletti conferma la difesa a tre, preferendo Mario Rui ad Emerson, non al meglio. Sul versante opposto Genesio preferisce Jallet e Rafael in difesa, mentre Cornet gioca come esterno destro alle spalle di Lacazetta, lasciando in panchina Ghezzal. I giallorossi dimostrano subito carattere e personalità, vicinissimi al vantaggio dopo appena 6’ di gioco quando Rudiger centra la traversa e, sulla respinta, Lopes alza in angolo l’incornata di Salah. Piani complicati al 16’: Valbuena batte la punizione e Diakhaby trafigge di testa Alisson. Immediata la risposta: punizione, De Rossi indirizza il pallone sul secondo palo e Strootman in spaccata fa 1-1. La Roma continua ad attaccare: Nainggolan sfora con un destro al volo l’incrocio e ancora Strootman calcia addosso a Lopes in ben due occasioni. Prima del rientro negli spogliatoi c’è tempo per il destro a giro di Dzeko, bloccato dall’estremo difensore ospite.

Roma-Lione, il 2-1 non basta

Parte la ripresa ed è ancora la Roma a dettare i ritmi. Lopes compie l’ennesima prodezza su colpo di testa di Nainggolan, ma al 60’ capitola: El Shaarawy, appena subentrato a Peres, mette il pallone in mezzo dalla destra e Tousart fa carambolare il pallone nella propria porta. Sul più bello i capitolini si spengono però, rischiando di subire la seconda rete con Cornet (2), Tolisso e il subentrato Fekir. Nel finale dento Totti, ma il gol qualificazione non arriva e la Roma conclude qui il suo cammino europeo.

ROMA-LIONE 2-1 (1-1)
Roma (3-4-2-1): Alisson, Ruediger, Fazio, Manolas, Bruno Peres (14′ st El Shaarawy), De Rossi (38′ st Totti), Strootman, Mario Rui (30′ st Perotti), Nainggolan, Salah, Dzeko (Szczesny, Juan Jesus, Emerson, Paredes). All. Spalletti.
Lione (4-2-3-1): Lopes, Jallet, Mammana (31′ st Yanga Mbiwa), Diakhaby, Morel, Tousart, Gonalons, Cornet, Tolisso, Valbuena (45′ st Rafael) Lacazette (38′ st Fekir) (Gorgelin, Ferri, Darder, Ghezzal). All. Genesio. Arbitro: Kassai (Ung). Reti: nel pt 15′ Diakhaby, 17′ Strootman, nel st 15′ autorete Tousart. Recupero: 4′ e 5′. Angoli: 11 a 3 per la Roma. Spettatori: 45 mila. Ammoniti: Manolas, Strootman, Nainggolan, Mammana, Gonalons, e Tousart per gioco falloso; Lopes e Perotti per comportamento non regolamentare.