Oggi alle, ore 19.00, andrà in scena all’Olimpico la partita di andata dei sedicesimi di finale di Europa League fra Roma e Feyenoord. Dopo la cocente delusione nel girone di Champions League, soprattutto per le batoste ricevute dal Bayern Monaco – che ha messo ancora più in evidenzia il divario fra i top club italiani e quelli europei – i giallorossi vedono nella Europa League un’ottima occasione di riscossa. Il primo incontro nella coppa europea “di serie B” è con il Feyenoord, attualmente terzo in Eredivisie e non propriamente in ottima condizione di forma: due vittorie, due sconfitte e un pareggio nelle ultime cinque partite.

ROMA A difendere i pali della porta romanista non ci sarà De Sanctis ma Skorupski. Davanti all’estremo difensori si posizionerà la classica linea a quattro composta dal rientrante Maicon e Holebas sugli esterni e la coppia centrale Astori-Manolas. A centrocampo Garcia punta su De Rossi, in cabina di regia, Paredes e uno fra Pjanic e Nainggolan, con il bosniaco favorito. Con Iturbe, Strootman e Ibarbo ancora fermi ai box, il tecnico francese opterà per il tridente Florenzi, Totti e Gervinho, con Ljajic pronto a subentrare.

FEYENOORD  Davanti alla porta di Vermeer, mister Fred Rutten schiererà la consueta difesa a quattro composta dai terzini Karsdorp e Nelom e la coppia centrale Kongolo-Mathijsen (acciaccato il titolare Van Beek). La particolarità del sistema tattico del tecnico del tecnico olandese è però a centrocampo, dove (in maniera simile al Bayern Monaco di Guardiola) ci sarà Immers che agirà da collante fra i due mediani davanti alla difesa – Clasie e Vilhena – e i tre attaccanti, che contro la Roma saranno Toornstra e Boetius a sostegno dell’unica punta Kazim-Richards.

ROMA (4-3-3): Skorupski; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; L. Paredes, De Rossi, Pjanic; Florenzi, Totti, Gervinho. All. Garcia

FEYENOORD (4-2-1-3): Vermeer; Karsdorp, Kongolo, Mathijsen, Nelom; Clasie, Vilhena; Immers; Toornstra, Kazim-Richards, Boetius. All. Rutten