La Fiorentina e la Svizzera: il bilancio è a favore dei viola, ma c’è una macchia.

Il sorteggio che ha abbinato i viola al Grasshopper Zurigo rimanda alla sfida di Coppa Uefa del 1998 in cui il quarto uomo, il belga Philippe Flament, fu colpito da una bomba carta, pare lanciata dai tifosi della Salernitana.

La squadra di Trapattoni, già vincente 2-0 in Svizzera e in vantaggio 2-1, fu eliminata per lo 0-3 a tavolino.

C’è un altro precedente tra Fiorentina e Grasshopper, che risale alla Coppa dei Campioni 1956-57: 3-1 e 2-2, con i toscani che arrivarono fino alla finale, dove persero con il grande Real Madrid.

La Viola ha affrontato un’altra squadra elvetica in Europa, il Lucerna, nella Coppa delle Coppe 1961-62. Doppio trionfo, 3-0 in trasferta e 6-2 in casa e anche in questo caso finale persa contro gli scozzesi del Glasgow Rangers.

Udinese contro Slovan Liberec, sfida inedita. Ma non è la prima volta che i friulani si recano nella Repubblica Ceca. Due volte in Mitropa (quando i boemi e moravi erano ancora insieme agli slovacchi), rispettivamente contro Slovan Nitra e Union Cheb, poi due sfide più recenti.

La prima appartiene alla Coppa Uefa 1999-00 e vede i bianconeri uscire agli Ottavi per mano della Slavia Praga: inutile il 2-1 casalingo doppio lo 0-1 esterno.

Poi c’è la doppia finale Intertoto del 2000: dopo il 2-2 in casa del Sigma Olomouc, di nuovo 2-2 al Friuli, ma l’Udinese si impone per 4-2 ai supplementari.

Un solo precedente in Italia per lo Slovan Liberec, contro il Milan nella fase a gironi della Champions League 2002-03. A San Siro rossoneri vincenti 1-0, ma successo ceco per 2-1 a Liberec.

Foto: Infophoto.