Dopo il pesante ko subito in terra di Spagna, il quarto in cinque partite della seconda fase (Top16) di Eurolega 2014-2015, ora all’EA7 Milano serve un’impresa clamorosa per centrare i quarti di Finale, ovvero  vincere di fatto tutte le rimanenti gare.

SCONFITTA INACCETTABILE

E adesso? Durissima. A Vitoria, in Spagna, contro il Caja Laboral, è arrivata una sconfitta pesantissima, che mette praticamente fine alle speranze di qualificazione della squadra di coach Banchi per il prossimo turno. Un coach mai visto così arrabbiato, soprattutto durante l’intervallo e i time out. Finisce 102-83 per gli spagnoli e già il risultato la dice tutta su com’è andata la gara. 10-0 e 34-18 a fine primo quarto la partenza shock delle Scarpette Rosse che hanno compromesso tutto il resto del match. Una leggera ripresa nel secondo quarto (parziale di 10-0, ma si chiude con 19 punti di distacco) e poi il crollo nella ripresa, tanto che il distacco tra le due squadre si è sempre assestato sui 20 punti. Davvero non c’è stata partita. I 18 punti di Samuels e i 15 di Alessandro Gentile non sono bastati.

CLASSIFICA

Ora la situazione si è messa davvero male per il club meneghino e l’impressione è che anche quest’anno lo scoglio delle Top 16 difficilmente verrà superato. Milano è penultima e per passare al turno successivo dovrà praticamente vincerle tutte da qui alla fine, un’impresa ai limiti dell’impossibile.