Sembra proprio che per la Spagna si stia per chiudere un’epoca: il commissario tecnico della Roja, Vicente Del Bosque, ha deciso di dire addio alla nazionale. Del Bosque è stato protagonista dell’epoca d’oro del calcio spagnolo, con la selezione delle furie rosse ha vinto due campionati europei  consecutivi (2008 e 2012) e un mondiale nel 2010. A confermarlo è lo stesso allenatore, che ha parlato così durante il programma spagnolo “Al Primer Toque”:

«Avevamo aspettative diverse, pensavamo di fare un europeo migliore, ma siamo stati eliminati agli ottavi. Nonostante tutto, direi che il calcio spagnolo è ancora sulla strada giusta, bisogna solo camminare e guardare avanti con fiducia. Villar? Lui già conosce la mia decisione, anche se mi ha dato un po’ di tempo per rifletterci meglio. Non ho nessun dubbio al riguardo, solo non volevo creare un po’ di vuoto tra i giocatori in questo momento. Confermo che non c’è nessuna chance di proseguire insieme, è una decisione presa già da tempo che è anche la migliore per il nostro calcio. Avevo già deciso di lasciare prima dell’inizio dell’Europeo. Sono disgustato che qualcuno abbia detto che io ho presentato le dimissioni perché non è vero. Aiuterò comunque la federazione se me lo chiederanno, ma non avrò nessun incarico ufficiale. Il mio sostituto? Non credo che spetti a me decidere, ma sono sicuro che la federazione saprà scegliere l’uomo giusto».

Nel frattempo, i tifosi stanno facendo sentire il loro affetto al commissario tecnico uscente De Bosque anche grazie ai social, utilizzando l’hashtag #GraciasVicente.