Euro 2016 rappresenta uno spettacolo imperdibile, sia per le superstar attese che gli elementi correlati come logo, mascotte e pallone.

LOGO

Il logo, presentato nel giugno del 2013, è dominato dall’immagine stilizzata del prestigioso trofeo, intitolato a Henri Delaunay, primo segretario generale dell’UEFA, avvolta dai colori della bandiera francese. “Celebrare l’arte del calcio” il tema che ne ha ispirato la creazione, troviamo inoltre gli esagoni del pallone e le strisce di un campo da calcio. Alcune linee sulla destra richiamano l’Art Brut. I due elementi rosso e blu sullo sfondo sono citazioni dell’Art Decò, mentre le stelle costituiscono un omaggio all’Avant-garde, che vide nell’artista Kandinskij uno dei suoi massimi esponenti.

MASCOTTE

Dopo una votazione aperta al pubblico, Super Victor è stata scelta come mascotte ufficiale. Ordinario bambino che abita nella provincia francese figlio di un calciatore, non spicca per talento, ma nel corso di una combattuta sfida con gli amici scopre uno scrigno magico, contenente due bellissimi scarpini che lo rendono fenomenale. Il mantello rosso gli permette di librarsi in volo e viaggiare in tutto il mondo a grandissima velocità, allo scopo di giocare usando ovviamente il pallone ufficiale di Euro 2016. Prima mascotte ad essere presente sui social network – possiede un profilo ufficiale sia su Facebook che su Twitter – pubblicherà durante il torneo commenti e news sulle gare, pure in diretta. La sua figura incarna alla perfezione il desiderio di vivere una manifestazione sportiva all’insegna del divertimento, del fair play e soprattutto della vicinanza tra i popoli.

PALLONE

Pallone ufficiale il “Beau Jeu” (trad. bel gioco), gli strati di colore riprendono il blu, il bianco e il rosso del tricolore transalpino e integrano riflessi argentati in riferimento all’agognata coppa di Uefa Euro. Chiaramente visibili le lettere E-U-R-O e i numeri 2-0-1-6, rimane l’innovativa e celebrata forma dei pannelli di Brazuca, pur apportando migliorie alla superficie e alla struttura così da garantire maggiore grip e visibilità nella fase di volo.