Mentre si avvicina la sfida contro l’Irlanda, il ct dell’Italia Antonio Conte pensa già alla sfida degli ottavi di finale, dove potrebbe mancare per infortunio Antonio Candreva. Il laterale della Lazio, ad oggi, è l’unico giocatore fermo in infermeria e per tenere tutti sull’attenti, l’ex allenatore della Juventus ha deciso di mandare in campo, contro l’Irlanda, una formazione ampiamente rimaneggiata.

Fuori anche Gigi Buffon, per il quale però c’è solo qualche linea di febbre e niente più. Con l’Irlanda giocherà Sirigu, mentre il 27 giugno per l’ottavo di finale sarà il portiere della Juventus a tornare tra i pali. Rimane in piedi, invece, il discorso legato a Candreva, alle prese con un problema all’adduttore destro: si respira un certo ottimismo, ma Conte punterà su di lui solo se sarà al 100%.

Contro l’Irlanda solo un dubbio a sinistra: Darmian dovrà dimostrare di aver recuperato fisico e testa, in alternativa De Sciglio o Florenzi. Ma in attesa del recupero di Candreva, è inevitabile che Conte inizi a ragionare anche su un piano B. El Shaarawy e Bernardeschi le soluzioni sulla carta più pratiche. Coppie d’ali più probabili Darmian-El Shaarawy; Florenzi-El Shaarawy; Bernardeschi-Darmian: ”Qui non ci sono prime e seconde linee – dice Darmian a Uefa.com -. Penso che sia la vera forza di questa squadra, ci sentiamo tutti partecipi”.

Contro l’Irlanda confermati solo Barzagli e Florenzi. La formazione sarà composta da Sirigu in porta; Darmian, Ogbonna, Barzagli in difesa; Thiago Motta in regia; Florenzi e Sturaro gli interni; De Sciglio ed El Shaarawy sulle fasce; Immobile e Zara in attacco.