La Francia torna a sorridere dopo i tragici eventi di Parigi. Dieci le città scelte per ospitare Euro 2016, altrettanti gli stadi che si divideranno le gare dalla fase a gironi fino alla finalissima. Ricordiamo quali sono.

EPILOGO ALLO STADE DE FRANCE

Designato sia per il match di apertura che per l’atto conclusivo lo Stade de France di Saint-Denis. Inaugurato nel 1998 dispone di 81.338 posti, 61.556 quelli invece del del Parc Olympique Lyonnais. Dallo scorso gennaio sostituisce il vecchio Stade de Gerland, una delle sette sedi del Campionato Europeo 1984 che vide la vittoria della Danimarca sulla Jugoslavia e la sua sconfitta ai calci di rigore contro la Spagna. L’impianto offrirà pure una semifinale, insieme al nuovo Stade Vélodrome. Capienza complessiva di 67.394, aumentata dopo la ristrutturazione iniziata nel 2014, il complesso esibisce una caratteristica copertura bianca ondulata.

VISITA ALLA CAPITALE

Il Parc des Princes, casa del Paris-Saint-Germain, può accogliere 48527 spettatori. Utilizzato per le partite casalinghe della Nazionale francese fin quando non fu ultimato lo Stade de France, vi si sono tenute tre finali di Coppa Campioni, due di Coppa delle Coppe e una di Coppa UEFA, oltre a gare valevoli i Mondiali 1938 e 1998, senza dimenticare gli Europei 1960 e 1984, incluso il successo dei “Blues” nell’atto conclusivo al cospetto della Spagna. Quest’anno ospiterà  4 partite della fase a gironi e un ottavo.

  • Stade de France (Saint-Denis): 81.338 posti a sedere
    Stade de Gerland (Lione): 61.556 posti a sedere
    Stade Vélodrome (Marsiglia): 67.394 posti a sedere
    Stade Pierre Mauroy (Lille): 50.186 posti a sedere
    Parc des Princes (Parigi): 48.527 posti a sedere
    Stade de Bordeaux (Bordeaux): 42.052 posti a sedere
    Stade Bollaert-Delelis (Lens): 41.233 posti a sedere
    Stade de Nice (Nizza): 35.624 posti a sedere
    Stade Geoffroy Guichard (Saint-Etienne): 35.616 posti a sedere
    Stade de Toulouse (Toulouse): 35.472 posti a sedere