I protagonisti saranno pure i giocatori, però le direzioni arbitrali devono certamente risultare all’altezza in competizioni come Euro 2016. Scopriamo quali ha scelto l’UEFA per il prestigioso evento.

CONFERMATO RIZZOLI

In totale sono 18 i fischietti nominati per la kermesse continentale. Ciascuno di essi avrà con sé cinque colleghi, quasi sempre della stessa nazionalità, due dei quali saranno i guardialinee. A rappresentare la classe italiana Nicola Rizzoli. L’ultima finale Mondiale Germania-Argentina costituisce solo il punto esclamativo di una carriera ventennale costellata anche dall’atto conclusivo di Champions League 2013 Borussia Dortmund-Bayern Monaco. Nominato miglior arbitro dell’anno IFFHS nelle ultime due edizioni, l’obiettivo sarebbe vedersi assegnata la finalissima, sempre che la Nazionale di Antonio Conte non compia un incredibile exploit e arrivi fino in fondo.

ATKINSON, UN NOME DA TENERE D’OCCHIO

L’arbitro di Mirandola avrà una fidata lista di collaboratori alla quale affidarsi per compiere le chiamate ossia Elenito Di Liberatore e Mauro Tonolini, incaricati come guardalinee. Tre invece gli assistenti, corrispondenti a Gianluca Cariolato, Luca Banti e Antonio Damato. Quest’ultimo è la riserva del team di Rizzoli, in standby e pronto a subentrare in caso di necessità. Ricordiamo che agli Europei 2012, oltre ai guardalinee Faverani e Stefani, c’erano Rocchi e Tagliavento. La finale non andò al classe 1971 dato l’atto conclusivo Spagna-Italia, affidata al portoghese Pedro Proença. Relativamente alle altre squadre arbitrali possono ambire alla prossima finalissima Martin Atkinson, Mark Clattenburg, Viktor Kassai, Damir Skomina. Di seguito l’elenco completo degli arbitri, comprensiva del relativo Paese di provenienza.

EURO 2016, TUTTI GLI ARBITRI

  • Pavel Kralovec (Repubblica Ceca)
    Martin Atkinson (Inghilterra)
    Mark Clattenburg (Inghilterra)
    Clement Turpin (Francia)
    Felix Brych (Germania)
    Viktor Kassai (Ungheria)
    Nicola Rizzoli (Italia)
    Bjorn Kuipers (Olanda)
    Svein Moen (Norvegia)
    Szymon Marciniak (Polonia)
    Ovidiu Hategan (Romania)
    Sergey Karasev (Russia)
    William Collum (Scozia)
    Milorad Mazic (Serbia)
    Damir Skomina (Slovenia)
    Carlos Velasco Carballo (Spagna)
    Jonas Eriksson (Svezia)
    Cuneyt Cakir (Turchia)