Dopo un esordio alquanto stentato, nonostante i tre punti conquistati, negli Europei casalinghi contro la Romania, la Francia si divide tra due questioni. L’euforia, comunque controllata – visto l’esito del match contro la pur buona Romania – per un nuovo eroe nazionale, Dimitri Payet e la delusione per un giocatore attesissimo e che in patria paragonano al platini dell’84 e allo Zidane del ’98, ovvero Paul Pogba.

L’aspettativa è naturalmente delle più alte perché c’è ormai la consapevolezza del fatto che Pogba sia uno dei migliori centrocampisti al mondo. Chiaro che è una nazione intera ad attendersi molto da lui, proprio perché il livello è stellare, e veder disattendere tali aspettative suscita qualche legittimo interrogativo, specie se il giocatore in questione abbia dato la netta impressione di non essere mai entrato veramente in partita.

Le attenuanti naturalmente ci sono, così come il rischio di non dover sputare sentenze a campionato non ancora iniziato con una gara d’esordio che si trascina dietro critiche che possono naturalmente lasciare il tempo che trovano. Non bisogna dimenticare l’età di Pogba, il fatto che la nazionale francese non sia la Juventus e che le pressioni sia da parte della stampa nazionale, dei tifosi, dell’ambiente e di alcune voci di mercato sempre più insistenti (si parla di un’offerta del Real Madrid da 120 milioni di euro) di certo non aiutano. Ma non aiuta neppure l’atteggiamento tutt’altro che da leader sia in campo che fuori da parte di Pogba, che in settimana si è presentato a pranzo in ciabatte quando il regolamento parla chiaro a riguardo: in certe occasioni vanno usate come minimo le calzature sportive.

Insomma, pare che Deschamps non l’abbia presa nel migliore dei modi, pur non facendo trapelare nulla per non creare inutili allarmismi o montare assurde polemiche. Intanto però L’Equipe ipotizza che il c.t. francese abbia in serbo alcune alternative per il match contro l’Albania che riguarderebbero anche la possibile panchina di Griezmann, altro giocatore tutto sommato deludente. Francia-Albania potrebbe vedere l’esordio di Coman agli Europei, così come quello di Martial ma per quanto riguarda Pogba, saggezza psicologica vuole che al fuoriclasse bianconero venga offerta di sicuro un’altra chance.