Dopo la clamorosa eliminazione dell’Inghilterra ieri sera da Euro 2016, Hodgson ha rassegnato immediatamente le dimissioni da commissario tecnico: il fallimento prematuro della campagna europea non può avere assolutamente giustificazioni, troppa la differenza tecnica tra Inghilterra e Islanda, ma quest’ultima è apparsa decisamente più squadra, vantando un’organizzazione nettamente superiore a quella inglese.

La notizia del giorno, però, riguarda soprattutto Gianni De Biasi, che in un’intervista a Radio Anch’io lo Sport ha dichiarato che la possibilità di vederlo sulla panchina dei tre leoni esiste eccome: «Esiste la possibilità, non so quanto plausibile, che posso dire, io me lo auguro. Ho una clausola per rescindere il contratto con l’Albania – ha aggiunto l’attuale commissario tecnico dell’Albania - È la chiave del mio rinnovo. Posso andare in qualsiasi momento. Ho legami forti con l’Albania adesso, la scelta sarebbe difficile».

Gianni De Biasi ammette poi d’essere stato piuttosto vicino anche alla panchina dell’Italia: «Sono stato abbastanza vicino alla panchina azzurra – ha aggiunto – Mi sarebbe piaciuto, sarebbe sciocco dire il contrario. Un italiano vuole sempre allenare la propria nazionale. Credo di avere ora l’esperienza giusta per farlo in futuro». Una candidatura piuttosto forte per il dopo Ventura, dunque, che già sappiamo prenderà il posto di Antonio Conte alla fine dell’Europeo. Ovviamente sperando che l’avventura azzurra in terra francese duri il più a lungo possibile…  «L’Italia è partita tra mille perplessità, ma ora si sta affermando grazie alla capacità di fare squadra. Ora speriamo che lo faccia anche contro la Germania. La differenza la farà Conte e il suo modo di preparare le partite», continua De Biasi, che confessa d’essere rimasto ammirato dal gruppo azzurro: «Questi calciatori, magari non sono i migliori in assoluto – ha aggiunto durante l’intervista – ma insieme sono una squadra tosta. Un collettivo, che non pensa a livello individuale, ma solo al bene comune. Danno tutto per la maglia e per l’allenatore. Complimenti a loro».

Il commissario tecnico dell’Albania non è stato affatto sorpreso del risultato conseguito ieri dall’Italia: «Non sono affatto sorpreso - ha ammesso – Io avevo pronosticato che arrivasse tra le prime quattro già prima del torneo. Conte vuole lasciare un segno con questa nazionale. Proprio perché andrà via, vuole farlo con un grande risultato. I giocatori scelti da lui, fanno storcere il naso a tanti, ma mettono tutto in campo».