L’ultima sfida del Gruppo D tra le due squadre che hanno espresso forse il miglior calcio a Euro 2016, ovvero Spagna e Croazia, si è conclusa con la vittoria quasi inaspettata della Croazia, alla quale mancavano due pilastri fondamentali come Modric e Mandzukic. Partita dura e spettacolare, scontro epico tra due nazionali che volevano il primato del Gruppo anche per non incontrare l’Italia agli ottavi, notoriamente tosta quando si tratta di affrontare le gare a eliminazione diretta.

La Spagna recrimina perché la sconfitta ha bruciato e parecchio, soprattutto per il gol di Perisic sul finale di partita e il rigore fallito da Sergio Ramos, ma il c.t. della Roja Vicente Del Bosque sa che la sua è una nazionale di gran qualità e che contro gli azzurri venderà di certo cara la pelle: “Siamo molto seccati per la gara, ma siamo qualificati, questo è importante. Dobbiamo guardare avanti anche se il cammino si è complicato. Abbiamo controllato il match – ha dichiarato il tecnico spagnolo – era una partita alla pari. Abbiamo commesso degli errori e ci hanno punito. Dobbiamo andare oltre, abbiamo fatto sei punti nel gruppo, abbiamo avuto la chance per essere primi e ora ci dobbiamo preparare bene“.

Anche il capitano Sergio Ramos, autore di una prestazione tutt’altro che brillante, intercettato dai microfoni a fine partita cerca di non guardare la situazione in maniera pessimistica: “Partita strana, è un peccato per come abbiamo perso, ma questo è il calcio. Bisogna subito voltare pagina e trarre le giuste conclusioni da questa sconfitta per non ripetere certi errori negli ottavi. Adesso ci tocca ballare con le favorite, ma per diventare campioni bisogna battere tutti“. E sul rigore fallito anche grazie all’ottimo intervento di Subasic confessa: “Modric, che mi conosce bene, gli ha dato due dritte, ma ho sbagliato io. Comunque, meglio farlo adesso che in una partita ad eliminazione diretta“.