L’ambiente doriano prende subito fuoco e ad accendere la miccia ci pensa proprio Samuel Eto’o. Neanche il tempo di arrivare, al culmine di una trattativa – o per meglio dire una firma – telenovela, allenarsi e scendere in campo per gli ultimi scampoli di un match che ha battezzato un bruttissimo esordio per il camerunense, un 5-1 contro il Torino a dir poco catastrofico, che Eto’o comincia a farsi subito notare e non per le sue doti calcistiche.

Il giocatore ex Inter, Barça e Chelsea infatti si è allenato in mattinata a Bogliasco ma poi, senza dire nulla a Mihajlovic o altri membri dello staff tecnico blucerchiato, è partito in direzione Milano per raggiungere la famiglia, saltando così la seconda sessione d’allenamento pomeridiana imposta dal tecnico serbo come supplemento punitivo per la disfatta contro il Toro.

Naturalmente Mihajlovic, che ancora non si è pronunciato, non ha gradito il comportamento del fuoriclasse africano e c’è già chi parla di rescissione del contratto tra la Sampdoria e Eto’o. In realtà un imminente incontro tra società, Mihajlovic e giocatore dovrà servire a chiarire lo spiacevole episodio senza la necessità di drammatiche evoluzioni.