Il Milan da un paio di settimane è su Roman Eremenko, giocatore finlandese che è stato ormai praticamente adottato dal calcio dell’est. E’ un trequartista che potrebbe prendere il posto – perlomeno numericamente – di >Kakà, ormai in partenza. Ma Eremenko, prima di andare all’Est, aveva giocato anche da noi. Lasciando poche tracce di sé, forse perché ancora troppo giovane.

Il Milan ha proposto al Rubin Kazan uno scambio con Birsa, che come ruolo si assomiglia. Nelle ultime ore, i rossoneri hanno accelerato per trovare in fretta l’accordo con il 27enne, che ha giocato pure nella Dinamo Kiev, oltre che nell’Udinese e nel Siena (il fratello, invece, era stato ingaggiato dal Lecce). A volte ritornano, insomma.

Il finlandese era stato consigliato da Max Allegri tre anni fa, ma poi non se ne fece nulla. Ora, invece, pure Fabio Capello ha dato parere positivo. Luciano Spalletti è un grandissimo estimatore del calciatore nordico (quando era sulla panchina dello Zenit, offrì 20 milioni di euro per provare a prenderlo), che potrebbe sostituire Riccardo Montolivo, fuori a lungo per infortunio.

Altro fatto assolutamente non trascurabile è che Eremenko ha il contratto in scadenza nel 2015. Il Milan punta a sondare anche la strada del prestito, se Roman rinnoverà nel frattempo con il Rubin. L’agente del giocatore è a Milano, in attesa di una chiamata dalla sede rossonera. Negli stessi momenti, i dirigenti russi stanno ragionando su Birsa, che piace pure all’Empoli.