Andrea Abodi sfiderà Carlo Tavecchio alle elezioni Figc. Lo ha dichiarato lo stesso presidente della Lega B in una intervista rilasciata all’Ansa. Nei possimi giorni Abodi rassegnerà le dimissioni da numero uno della Lega cadetta, quindi inizierà ufficialmente la corsa verso via Gregorio Allegri.

“In sei anni e mezzo questa Lega è stata la mia vita, ma ora ho deciso di fare un altro passo. Non credo agli uomini della Provvidenza, ma penso che quando si fa nascere qualcosa o qualcuno, si lavora pe migliorarlo, ma ad un certo punto bisogna lasciarlo. Per me inizia una nuova sfida e il 7 marzo festeggerò comunque perché è il mio compleanno”. Queste le parole di Abodi rilasciate all’Ansa. “Voglio costruire” ha spiegato ancora Abodi “una Federcalcio più trasparente e umana. Il consenso è dentro tutte le componenti, anche quelle che hanno deciso di non votarmi”.

Abodi può contare sull’appoggio della Lega B (5%), della Lega Pro (17%), e del sindacato calciatori (20%). Un 42% insufficiente a portare a casa la poltrona di presidente della Federcalcio. Abodi, però, conta di trovare la parte di voti mancanti in Serie A e Dilettanti. Si prospetta un testa a testa con Tavecchio che almeno in questo momento vede favorito il presidente uscente.