Alle elezioni Fifa, da cui scaturirà il nome del nuovo presidente del massimo organismo calcistico mondiale, l’Italia voterà per Michel Platini. Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, è infatti convinto che l’attuale numero uno della Uefa si candiderà alla successione di Joseph Blatter.

E ne è certa anche la stampa francese. Secondo L’Equipe, infatti, Platini ufficializzerà la propria candidatura entro le prossime 48 ore. L’ex campione della Juventus conterebbe già sull’appoggio di quattro confederazioni.

Oltre alla Uefa, appoggerebbero Platini la Conmebol (la confederazione del Sud America) e la Concacaf (Caraibi più centro e nord America). Oltre che su vecchio contiente ed America, Michel avrebbe appeal anche sull’Asia. Qui, le federazioni affiliate all’Afc, riverserebbero valanghe di voti sul francese, portando il totale a 144 preferenze su 209.

Ma Platini punta addirittura all’en plein. Per questo motivo sta tessendo rapporti con le federazioni di oceania e Africa, storiche roccaforti blatteriane.

Tavecchio, a margine di una conferenza sugli impianti sportivi tenuta a Palazzo San Macuto a Roma ha dichiarato che la Figc appoggerà il candidato della Uefa a prescindere.

“L’Italia voterà il candidato della Uefa. Se sarà Platini, allora sosterremo lui. Ho parlato con Michel e credo proprio che si candiderà”.

Attualmente sono due i candidati che hanno già annunciato ufficialmente la propria candidatura. Si tratta di Arthur Antunes Coimbra, più conosciuto come Zico, e di Musa Bility, il numero uno della federcalcio liberiana.

Oltre a Platini, potrebbe essere della partita anche Diego Armando Maradona, che andrebbe a completare un tris di candidati che hanno incantato nella serie A degli anni ’80.

Attualmente, più deefilato appare Luis Figo, che aveva deciso di ritirae la candidatura alle ultime elezioni dopo aver annusato il pericolo corruzione.