Sarà Gianni Infantino il candidato che la Uefa sosterrà alle prossime elezioni Fifa.

I rappresentanti delle 54 federazioni del vecchio continente, nel corso di una riunione tenutasi a Nyon, sono stati concordi nell’individuare nell’attuale segretario generale della Uefa il possibile successore dell’ex padre-padrone Blatter.

Per il massimo organismo calcistico europeo, Infantino è l’uomo giusto dopo il doppio terremoto Blatter-Platini che ne ha minato la credibilità.

Tra i sostenitori di Infantino alle elezioni Fifa c’è anche Tavecchio, che ha annunciato il suo endorsement. “La Figc sostiene Infantino”, ha dichiarato il presidente della federcalcio al sito ww.fifaforward2016.com “Lo conosco bene. E’ la persona adatta a guidare la Fifa lungo il percorso di rinnovamento perché è giovane e capace, proprio quello di cui abbiamo bisogno in questo momento. Sarà in grado di di guidarla dando al calcio stabilità ed indipendenza”.

Le elezioni presidenziali della Fifa si terranno nel corso del congresso straordinario convocato a Zurigo per il prossimo 26 febbraio.

Infantino se la dovrà vedere con altri quattro concorrenti: il Principe giordano Ali Al Hussein; Sheikh Salman Bin Ebrahim Al Khalifa; Jerome Champagne e Tokyo Sexwale.

Nel corso di una intervista rilasciata al Corriere della Sera, Infantino, avvocato svizzero di origini calabresi, ha spiegato quali sarebbero i punti cardine del proprio mandato: “Aumentare gli introiti, annientare le discriminazioni, costruire una governance che vada incontro a tutte le federazioni, migliorare gli eventi”.