L’attaccante della Roma, Stephan El Shaarawy, non pensa al proprio futuro e alla fine della stagione, quando il club giallorosso e il Milan dovranno vedersi per definirne il domani. L’attaccante genovese, che ha lasciato i rossoneri per unirsi ai giallorossi cambiando diametralmente la sua stagione, parlando del Milan in crisi ha detto: “Sono in difficoltà da qualche anno a questa parte – ha sentenziato senza girarci troppo attorno – ma ora sono un giocatore della Roma e penso a fare bene qui: la decisione se riscattarmi o meno spetta alla società”.

Autore del gol vittoria della Roma sul campo del Genoa, El Shaarawy è tornato anche sulla sfida del Marassi, che ha visto i giallorossi trionfare per 3-2 solo in zona Cesarini: “Abbiamo fatto veramente una grandissima prestazione – ha aggiunto ai microfoni di SkyNon era facile, il Genoa è una squadra molto aggressiva, siamo stati bravi a soffrire e poi vincere una gara difficile. Finora abbiamo fatto un grande girone di ritorno, ora dobbiamo vincere le ultime due partite”. El Shaarawy non ha esultato al gol: “Lo faccio per rispetto della società che mi ha cresciuto, avevo fatto lo stesso con la maglia del Milan – ha precisato a riguardo – ho fatto qui tutto il settore giovanile, ho qui la mia famiglia, il Genoa mi ha lanciato in serie A”.

El Shaarawy poi ha fatto i complimenti a Totti: “Anche fisicamente è in forma strepitosa. E ha un’umiltà incredibile. Sono davvero contento di potermi allenare con lui”. Al termine della stagione Roma e Milan si dovranno vedere per definire il futuro di Stephan El Shaarawy: il giocatore italo-egiziano è in prestito nella Capitale, per poterlo mantenere la Roma dovrebbe pagare 13 milioni di euro di riscatto al Milan.