Come ampiamente anticipato dai diretti protagonisti nei giorni scorsi, il Milan ha annunciato di aver rinnovato il contratto di Stephan El Shaarawy fino al 30 giugno 2018, prolungando di una stagione quello firmato nel luglio dello scorso anno. Ecco il comunicato apparso pochi minuti fa sul sito ufficiale rossonero:

Ancora insieme, fino al 30 giugno 2018. Stephan El Shaarawy e il Milan hanno prolungato il proprio rapporto professionale con la firma che è arrivata oggi. Un altro tassello che rende sempre più rossonera la vita del Faraone. Questo allungamento del contratto fa seguito a quello firmato il 25 luglio che aveva posto nel 30 giugno del 2017 la naturale scadenza del precedente accordo che è stato sostituito da quello appena entrato in vigore. Da quando è arrivato al Milan, nell’estate del 2011, Stephan ha collezionato 61 presenze ed ha realizzato 23 gol. Con la maglia del Milan si è consacrato in Under 21 ed ha debuttato in Nazionale A, il 15 Agosto 2012, contro l’Inghilterra. La sua crescita, come detto, è stata costante ed importante. El Shaarawy e il Milan continueranno a camminare insieme. Almeno fino al 30 Giugno 2018”.

Naturalmente, oltre alla durata, è stata ritoccata anche la busta-paga del Faraone, che era già passato dai 600mila euro annui del primo anno agli 800mila di questo: El Shaarawy (foto by InfoPhoto) percepirà uno stipendio pari a 3 milioni di euro netti all’anno, uno in meno del tetto salariare rappresentato, in questo momento, dagli ingaggi di Mexes, Robinho e Balotelli. Tutto secondo la nuova politica gallianesca relativa agli ingaggi, che prevede contratti pluriennali ma a rinnovo di anno in anno sulla base dei risultati raggiunti. Che, evidentemente, in questo caso non possono che essere stati considerati eccellenti.