Almeno per il momento, il verdetto del campo è stato favorevole ai bianconeri, capaci di rifilare una sconfitta inaspettata alle meringhe troppo morbide di Ancelotti nella semifinale di andata di Champions League. Se tuttavia ci focalizziamo sul valore dei club, ecco, da questo punto di vista la sfida Juventus-Real Madrid è ancora un no contest a vantaggio dei campioni d’Europa in carica. Secondo l’ultimo studio della rivista specializzata Forbes, infatti, la Casa Blanca resta saldamente in vetta alla classifica dei club più preziosi del mondo, con un valore complessivo che si attesta a 3,26 miliardi di dollari, attorno ai 2,9 miliardi di euro: quasi quattro volte più della Juventus, che coi suoi 837 milioni di dollari (circa 740 milioni di euro) chiude soltanto al nono posto.

Alle spalle del Real Madrid si posizionano, a breve distanza, Barcellona e Manchester United, gli unici altri due club a sforare i 3 miliardi di dollari di valore complessivo. I catalani ottengono la seconda piazza con 3,16 miliardi di dollari (2,8 milioni di euro), mentre il Manchester United, una volta dominatore di questa speciale classifica, chiude la Top 3 con 3,1 miliardi di dollari (2,7 milioni di euro). Quarto il Bayern Monaco, anche se piuttosto lontano dalle big three: 2,35 miliardi di dollari di valore per il club bavarese (2 miliardi di euro), comunque in netta ascesa.

Le posizioni dalla quinta all’ottava sono tutte appannaggio di quattro club di Sua Maestà: il Manchester City (1,38 miliardi di dollari), il Chelsea (1,37), Arsenal (1,31) e Liverpool (938 milioni di dollari). Nona, perlappunto, la Juventus, che grazie al suo poderoso quadriennio è riuscita a scalzare la posizione tradizionalmente dominante del Milan, che al contrario dei bianconeri hanno vissuto quattro stagioni da tregenda. I rossoneri, comunque, riescono a restare aggrappati alla Top 10, chiudendo al decimo posto con 775 milioni di dollari, più o meno 690 milioni di euro. Speriamo che Mr. Bee e tutti gli altri potenziali investitori non leggano Forbes, visto che la valutazione che Silvio Berlusconi fa del suo Milan è quasi doppia.