Quella di Andrea Dossena arrestato per furto nei grandi magazzini Harrods è una storia squallida che col passare del tempo ha virato sul tragicomico. Attorno all’ora di pranzo, la BBC aveva riportato la clamorosa notizia dell’ex terzino di Liverpool, Napoli, Palermo e Udinese, nonché della nazionale azzurra, finito in manette ieri insieme alla moglie Debora Rossetti con la grave quanto imbarazzante accusa di taccheggio in uno degli store più grandi e celebri del mondo. D’accordo, lo stipendio al Leyton Orient, club londinese che milita nella Football League One (l’equivalente della Lega Pro italiana), non sarà grasso come quello che percepiva ai bei tempi del Liverpool e della Champions League, ma di certo non tale da costringerti a rubacchiare mercanzia in un centro commerciale in pieno giorno.

La storia, fortunatamente, sembra volgere verso il lieto fine, e non solo perché il 33enne italiano e la sua compagna di vita sono stati rilasciati dietro cauzione dopo un paio d’ore. Secondo le dichiarazioni rilasciate alla stampa britannica dall’agente del giocatore, Gary Sloane, si è trattato di un equivoco: non sarebbe Dossena, il ladro, e nemmeno sua moglie Debora, bensì il figlioletto della coppia, Romeo, di tre anni. “Erano andati a far shopping da Harrods, a Knightsbridge, e anche il bambino aveva con sé una borsa“, ha detto il procuratore, “dove ha infilato un libro per ragazzi senza dirlo ai genitori, e senza che questi se ne accorgessero. Ed è stato il libro a far scattare l’allarme“. Un equivoco che avrebbe potuto essere chiarito senza troppi problemi sul posto, se non fosse che “sia Dossena che sua moglie si erano dimenticati i documenti d’identità a casa“. Ed ecco perché si sono trovati costretti a recarsi al distretto di polizia più vicino per verificare le loro generalità.

Il club in cui Dossena milita dallo scorso novembre, il Leyton Orient, non ha finora voluto esprimere la propria posizione ufficiale sulla questione. Tuttavia, se fate un salto sul sito ufficiale, vi accorgerete che il profilo del giocatore è stato rimosso. In un certo senso, è anche questa una presa di posizione.