La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping ha assolto altri cinque atleti che erano stati denunciati dalla federazione in quanto coinvolti in quella che era stata ribattezzata come Operazione Olimpia.

Sono stati dunque chiusi i procedimenti disciplinari nei confronti di Simone Collio, Matteo Galvan, Claudio Licciardello, Giovanni Faloci e Daniele Secci, tutti finiti nel calderone “… per la violazione dell’art. 2.3 delle NSA”. Di fatto agli atleti era stato imputato un possibile comportamento che violava i procedimenti antidoping in quanto non avevano inserito la propria reperibilità all’interno di un sistema informatizzato emesso dalla stessa Fidal.

L’indagine “Olimpia”, svolta dalla Procura della Repubblica di Bolzano, ha coinvolto in totale 26 atleti, dei quali nei giorni scorsi erano stati assolti già Daniele Meucci, Fabrizio Donato, Daniele Greco, Ruggero Pertile, Andrew C. Howe, Silvia Salis, Anna Incerti e Andrea Lalli.

In precedenza la Procura Antidoping della Nado-Italia aveva chiesto due anni di squalifica per “elusione, rifiuto e omissione di sottoporsi ai prelievi dei campioni biologici” per ben 26 atleti tra i 65 coinvolti nell’inchiesta. Atleti che rischiavano e rischiano ancora non soltanto di saltare Rio 2016 ma di subire squalifiche ancor più pesanti.

Quello della Procura è stato un lavoro lungo e articolato, iniziato indagando dal caso Alex Schwazer (tra i 39 scagionati), in un periodo compreso tra il primo trimestre del 2011 e il secondo del 2012 quando, secondo la Procura di Bolzano l’atletica azzurra sarebbe stata negligente non conformandosi al regolamento Wada il quale prevede che ogni atleta che gareggi internazionalmente debba compilare un questionario trimestrale (“Whereabouts”) nel quale indicare la propria reperibilità per i controlli.

Questa la lista completa dei 26 atleti deferiti: Roberto Bertolini; Migidio Bourifa; Filippo Campioli; Simone Collio; Roberto Donati; Fabrizio Donato; Giovanni Faloci; Matteo Galvan; Giuseppe Gibilisco; Daniele Greco; Andrew Howe; Anna Incerti; Andrea Lalli; Stefano La Rosa; Claudio Licciardello; Daniele Meucci; Christian Obrist; Ruggero Pertile; Jacques Riparelli; Silvia Salis; Fabrizio Schembri; Daniele Secci; Daddour Slimani; Gianluca Tamberi; Marco Vistalli; Silvia Weissteiner.