Gigio Donnarumma ad un passo dalla firma sul rinnovo contrattuale con il Milan. Così come riporta la Gazzetta dello Sport, l’incontro decisivo tra le parti si è svolto nel pomeriggio di ieri, concludendosi intorno alle 18. Volti sorridenti per coloro che hanno partecipato alla delicata riunione: Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli da un lato, Enzo e Mino Raiola e Alfonso Donnarumma (padre del portiere) dall’altra.

Alla fine, scrive la Rosea, il rinnovo arriverà: firma su un quadriennale (e dunque fino al 2021 e non 2022 come inizialmente prospettato) a sei milioni di euro a stagione con doppia clausola rescissoria annullata. Ce ne sarà solo una, compresa tra i 75 e gli 80 milioni di euro, laddove si era parlato di un indennizzzo da 50 milioni di euro per un Milan fuori dalla Champions e di 100 milioni se i rossoneri strappassero la qualificazione alla coppa dalle grandi orecchie.

Resta dentro l’accordo l’ingaggio di Antonio Donnarumma, 27enne fratello di Gigio, assunto come terzo portiere a 1 milione di euro a campionato.

Donnarumma (Gigio), che ha partecipato alla riunione da Ibiza, dove è in vacanza insieme alla fidanzata Alessia, è atteso a questo punto a Milanello per l’11 luglio.

Interessante il paragone fatto dalla Gazzetta tra l’ingaggio del 18enne Donnarumma e quello pagato, alla medesima età, a superstar pallonare. Cristiano Ronaldo al Manchester United guadagnava 2,1 milioni di euro, Pato al Milan 1,7; Messi al Barcellona 1,2; Balotelli all’Inter 1, Buffon al Parma 0,4.