Verba volant, scripta manent. L’antico adagio è ancor più vero in tempi di internet, laddove i contenuti provenienti dai vip vengono condivisi, diffusi, passati ai raggi x, rimbalzando di account in account, in un batter di ciglia. E non importa quanto tempo sia passato. La rete non dimentica, pronta a rinfacciare frasi, anche innocenti, scritte quando si era poco più che bambini.

Lo sa bene Gianluigi Donnarumma, giovanissimo portiere del Milan, costretto a chiudere i battenti ai suoi vecchi profili Twitter e Facebook.

Il motivo? Qualcuno è andato a ripescare post di due, tre anni fa, quando Gianluigi era un tredicenne appena entrato nel settore giovanile della sua squadra del cuore. Frasi in cui ‘Gigio’ criticava aspramente l’allora allenatore rossonero. Un certo Massimiliano Allegri.

Il suo Milan non andava bene, il portierino se la prendeva (propriocome tantisismi tifosi) con il tecnico.

Ma Donnarumma all’epoca non risparmiava sfottò ad Antonio Conte (all’epoca allenatore di una Juventus che si apprestava a vincere lo Scudetto) ed ai tifosi dell’Inter, questi ultimi redarguiti a mezzo social per cori contro i tifosi del Napoli, intonati nel corso di un derby.

Ecco quanto scriveva, in un italiano da matita rossa, a proposito dei supporter interisti il 4 maggio del 2012 : “Interisti pezzi di mer*a! Anke quando ce il derby insultano i tifosi del napoli! Che skyfo! Siete prp la vergogna d’Italia”.

Il comunicato dell’Ac Milan

Polemiche sedate dall’intervento ufficiale del club rososnero, che ha emesso questo comunicato: “Una delle poche certezze della vita. Non essere mai uguali a se stessi. Crescere significa sbagliare, rimediare, migliorare. Guardate Gigio e guardatelo bene: ma non le sue parate. Guardate il suo sorriso. Tenero, aperto, appena accennato: in quel sorriso c’è scritto che ha sbagliato ma che non preserverà. Dietro una tastiera c’è sempre una ottava di goliardia in più. A qualsiasi età e soprattutto a quella in cui, 13-14 anni, Gigio canzonava questo e quello. Certo che ha sbagliato, ma a quell’età che altro si fa?”.

Donnaruma ha detto addio ai vecchi account, aprendo i profili ufficiali. Che rispetteranno la policy aziendale.