La telenovela è finita. Gigio Donnarumma ha rinnovato con il Milan firmando un quadriennale da sei milioni di euro a stagione. Nell’affare è compreso anche l’ingaggio del Fratello Antonio, che firma un quadriennale da un milione di euro.

“Mi dispiace per quei tifosi che si sono sentiti traditi”, ha dichiarato Gigio in conferenza stampa “nella mia testa, però, c’è sempre stata la maglia rossonera. Li ringrazio per come mi hanno sostenuto in questi due anni, spero di regalare tante belle soddisfazioni”.

Donnarumma ha affrontato anche il discorso inerente la polemica intorno al diploma mancato: “Ringrazio anche il ministro dell’Istruzione per la lettera. Prometto che il prossimo anno sarò ragioniere. Purtroppo dopo tutto quel che è successo non mi sentivo in grado di affrontare l’esame”.

Nel corso della conferenza stampa è stato affrontato anche il tema Antonio Donnarumma. Alquanto singolare le dichiarazioni di Marco Fassone: “Saluto anche lui, anche non l’ho mai visto giocare”. “Per lui garantisco io”, ribatte Massimilano Mirabelli “Ha le qualità per fare il secondo del Milan. Non è un pacco postale. Quella di riacquistare Antonio Donnarumma è stata una mia idea che la società e Montella hanno accolto benissimo”.