La Lazio si prepara all’esordio in Europa league 2015/2016 facendo visita al Dnipro, squadra finalista della scorsa edizione e capace di eliminare in semifinale il Napoli di Rafa Benitez.

Dnipro-Lazio, i convocati i Pioli

Per la trasferta contro gli ucraini, Stefano Pioli ha convocato i seguenti calciatori:

Marchetti, Berisha, Guerrieri; Konko, Basta, Radu, Hoedt, Gentiletti; Lulic, Candreva, Cataldi, Parolo, Onazi, Milinkovic-Savic, Felipe Anderson, Mauri, Oikonomidis; Kishna, Keita, Matri.

Potrebbe esserci una chance per il giovanissimo Milinkovic-Savic, che mister Pioli schiererebbe sin dal 1′ minuto di gioco. Non saranno invece della partita sia Morrison che Mauricio, così come Klose e Biglia, alle prese con infortuni che li terrano lontani dai campi ancora per diverse settimane.

Dnipro-Lazio, i rimpianti di Leonardo

L’ex centrocampista Leonardo ha rilasciato una intervista al Corriere delloS port, in cui ha rigirato il coltello nella piaga della eliminazione dalla Champions League.

“Il comportamento della LAzio contro il Bayer Leverkusen è stato da dimenticare. I biancocelesti non erano inferiori ai tedeschi, ma il loro atteggiamento in campo gli ha precluso la possibilità di accesso ai gironi Championsm, un peccato perché la squadra di pioli aveva tutte le carte in regola per farcela”.

Per vincere in Europa non serve solo tecnica e tecnica: “C’è bisogno di mentalità. Fiorentina e Napoli l’anno scorso sono arrivate quasi in fondo, fermandosi in semifinale. L’esperienza serve, ma ad essa va affiancata anche la consapevolezza nei propri mezzi”.

Quale sarà il cammino della Lazio in Europa? “Ha bisogno di darsi una regolata, così come Fiorentina e Napoli. In campionato sono partite al rilento, probabilmente hanno qualcosa da recuperare rispetto alle altre”.