Vero, in Italia lo sport popolare resta il calcio, ma i grandi appuntamenti di ciclismo non scherzano per niente come seguito televisivo, figurarsi poi quel Giro d’Italia prossimo a spegnere 99 candeline il prossimo 6 maggio.

Chi aspira alla vittoria finale

Ad aggiudicarsi questa edizione mamma Rai. Sognata nel 2015 l’imposizione tutta italiana con Fabio Aru, superato a culmine di un’esaltante battaglia dal campionissimo spagnolo Alberto Contador, pure quest’anno vi saranno eccellenti portacolori azzurri a fare gli onori di casa. Malgrado siano ancora irrisolti i dubbi sull’effettiva partecipazione di Vincenzo Nibali, a breve dovrebbe arrivare la decisione definitiva.

La lunga programmazione televisiva

Primo show a essere mandato in onda “Giro Mattina”. Inizio fissato alle 12.25 durante la settimana, partirà alle 11.40 sabato e 11.45 domenica. Duo allo conduzione Tommaso Mecarozzi e Luca Di Bella. Segue “Anteprima Giro” che dalle 14 vedrà Alessandra De Stefano e Beppe Conti accompagnare gli spettatori alla gara. Sempre a quell’ora via alla diretta su Rai Sport 1, mentre Rai 3 e Rai HD cominceranno alle 15.10. Scoccate le 17.15 sarà il momento di “Processo alla Tappa” ancora con Alessandra De Stefano, affiancata sia da Beppe Conti che da Stefano Garzelli. Per assistere al riassunto della giornata puntate su “TGiro”, dove alle 19.30 (Rai Sport 1) Andrea De Luca e Massimiliano Lelli commenteranno quanto i corridori hanno offerto. Lo stesso canale vedrà infine “GiroNotte”, atteso intorno alla mezzanotte. Garantito anche il servizio streaming.

Spazio ai miti

GazzettaTV si occuperà dell’evento con analisi e commenti affidati a una competente equipe di giornalisti, inclusi Andrea Berton, Pier Bergonzi e Luca Gialanella. Fornirà invece opinione tecnica il duo volte campione del mondo Paolo Bettini. Via fissato alle 14.30 per Eurosport 1, impreziosito da “Giro Extra”, dove Ashley House assumerà il comando delle operazioni. In suo aiuto Juan Antonio Flecha.