Genoa-Sampdoria si giocherà lunedì 3 febbraio alle ore 20.45 e non più, come inizialmente previsto, domenica 2 alle 12.30. La decisione è stata presa pochi minuti fa al termine di una riunione in prefettura. Una vittoria per i tifosi, una sconfitta per la Lega Calcio e per i network televisivi, che avevano scelto il mezzogiorno della domenica per questioni commerciali, in barba alle esigenze dei tifosi di entrambe le squadre, che, non a caso, si erano stretti in un’estemporanea alleanza, minacciando di lasciar sguarnite le tribune del Marassi. E non solo, come si evince dalle molte scritte minatorie apparse sui muri della città nell’ultima settimana (foto by InfoPhoto).

A contribuire al cambiamento di programma è intervenuta anche una provvidenziale questione di ordine pubblico. Il derby di domenica a mezzodì, infatti, si sarebbe pericolosamente sovrapposto con la popolare Fiera di Sant’Agata, con tutti gli ovvi potenziali problemi di ordine pubblico causati dalla contemporaneità di due eventi che attirano migliaia di persone.

LEGGI ANCHE:

Calciomercato Napoli, arrivano Ghoulam ed Henrique

Hernanes all’Inter