Nell’attesa di una sentenza definitiva che sarà emessa il prossimo 3 settembre, siamo in presenza di un un nuovo verdetto. Il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni ha sospeso l’esecuzione della decisione della Corte Sportiva di Appello Figc contro cui la Juventus ha fatto ricorso lo scorso 5 agosto e che prevedeva l’obbligo di disputare una gara con la Tribuna Sud dello Juventus Stadium a porte chiuse in seguito ai fatti occorsi durante l’ultimo derby della Mole.

L’udienza per l’esame della sospensiva e del merito di questa decisione è stata fissata il prossimo 3 settembre 2015, alle ore 10.30, davanti alle Sezioni Unite. Lo scorso 5 agosto la Corte Sportiva d’Appello della Figc, accogliendo il ricorso effettuato dalla società bianconera, aveva ridotto da due a una giornata di gara la chiusura del Settore Sud dello Juventus Stadium per la bomba carta durante il derby con il Torino del 26 aprile scorso che ferì 11 tifosi granata e per la quale è stato arrestato un ultrà juventino.

In quella domenica nera per lo sport si era verificato un assalto al pullman della Juventus con sassaiole e lanci di uova e ancor prima, nella mattinata, scontri tra tifoserie nelle vie adiacenti allo stadio. Il clima da guerriglia urbana è continuato anche sugli spalti dell’Olimpico con scontri tra supporter delle due squadre fino al lancio di una bomba carta che dal settore ospiti (quello juventino) ha raggiunto la Curva Primavera dei tifosi granata provocando il ferimento di 11 persone a causa dei pezzi di plastica scheggiati via dai seggiolini al momento dell’esplosione.